18 Settembre 2013

Seno nuovo a 99 euro? Groupalia contro il Codacons: “Accuse non fondate”

Seno nuovo a 99 euro? Groupalia contro il Codacons: “Accuse non fondate”

Roma, 18 settembre 2013 – Aumento del seno a soli 99 euro? “Le informazioni riportate sono assolutamente incomplete e prive di fondamento”. Così Groupalia risponde alla denuncia del Codacons all’ Antitrust, in riferimento agli articoli pubblicati ieri su molti organi di stampa, sulla promozione che offriva una mastoplastica additiva a 99 euro . L’ azienda, si legge in una nota, “sta valutando la possibilità di intraprendere un’ azione legale contro il Codacons per il risarcimento del danno all’ immagine”. La proposta, ha precisato Groupalia, “non riguardava il costo di un intervento di mastoplastica, bensì la possibilità per il cliente di acquistare un buono sconto del valore di 2.000 euro , per un intervento di mastoplastica additiva per un intervento del valore di 6.000 euro dal Dott. R.R.” e acquistabile nel periodo 4-7 Giugno 2013″. ” Scorrendo le condizioni della campagna l’ utente, si precisa ancora nella nota, poteva avere di dettaglio rispetto a questa offerta”. Groupalia sottolinea inoltre che “gli esami pre-operatori sono a carico del paziente. Il costo dell’ intervento sarebbe stato quindi non inferiore a 4000 euro”. “Siamo sorpresi e amareggiati . Non abbiam mai ricevuto nessuna richiesta di chiarimento e vorremmo sapere a quali segnalazioni Codacons faccia riferimento”, dice il Sales Director Italy & Spain di Groupalia. L’ azienda assicura di attenersi agli impegni approvati dall’ Antitrust sulla ‘tutela di utilizzatori e partner’, spiega di avere realizzato la Carta dei Servizi e annuncia di valutare la possibilita’ di intraprendere un’ azione legale contro il Codacons.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this