fbpx
13 Dicembre 2018

Sempre grave il pedone investito Esposto in Procura del Codacons

a palazzolo riconosciuto l’ uomo travolto lunedì sera l’ associazione consumatori «i comuni corresponsabili»
Andrea Cittadini a.cittadini@giornaledibrescia.it Segnaletica poco evidente. Velocità troppo alta delle auto. Pedoni disattenti. È un mix dietro il quale, quasi quotidianamente ormai, si nascondono le cause degli investimenti di persone che attraversano la strada. In città come in provincia. A Palazzolo. Restano gravissime le condizioni dell’ uomo travolto lunedì sera lontano dalle strisce pedonali a Palazzolo. Non aveva i documenti e il riconoscimento non è stato facile. La Polizia locale del paese aveva addirittura lanciato un appello pubblico per dare un nome al ferito. A due giorni di distanza dall’ investimento il quadro è completo. Dalla dinamica ai coinvolti. A Palazzolo. Restano gravissime le condizioni dell’ uomo travolto lunedì sera lontano dalle strisce pedonali a Palazzolo. Non aveva i documenti e il riconoscimento non è stato facile. La Polizia locale del paese aveva addirittura lanciato un appello pubblico per dare un nome al ferito. A due giorni di distanza dall’ investimento il quadro è completo. Dalla dinamica ai coinvolti. Il ferito. Si tratta di un 61enne che abita da solo a poca distanza da via Levadello, dove è avvenuto l’ incidente. Stava tornando a casa dopo aver fatto la spesa e non ha visto arrivare l’ auto che lo ha investito facendolo cadere sul marciapiede dove ha violentemente battuto la testa. Dopo un primo ricovero alla clinica Poliambulanza ieri è stato trasferito all’ Ospedale Civile. È in prognosi riservata e in pericolo di vita anche se la vettura coinvolta non viaggiava a velocità sostenuta. Un investimento avvenuto in una zona del paese già finita più volte sotto i riflettori perché ritenuta pericolosa. Per le auto e per i pedoni. L’ Amministrazione nel 2015 aveva modificato la viabilità tra via Levadello e via Kennedy, ma negli ultimi tre anni la situazione non è cambiata. Al contrario il numero degli incidenti dicono che sia addirittura peggiorata. La questione è sul tavolo del sindaco Gabriele Zanni. Esposto. Da un quadro medico drammatico ad un altro invece che «sorride». Sta meglio infatti la 13enne investita a Rovato mentre attraversava sulle strisce pedonali dopo essere uscita da scuola. Trasportata in ospedale in codice rosso, con il passare delle ore le sue condizioni sono diventate meno preoccupanti. In questo caso l’ automobilista, una 30enne della Franciacorta, sarebbe stata tradita da sole. Un caso che ha spinto il Codacons a presentare un esposto in Procura «per individuare eventuali responsabilità amministrative – si legge in una nota nella quale l’ associazione che rappresenta i consumatori dice «basta al dramma delle strade» – . È inaccettabile – si legge – continuare a sentire, ogni giorno, persone che vengono investite sulle strisce pedonali, incidenti per alta velocità». Secondo il Codacons «i Comuni sono corresponsabili se non si attivano per evitare ogni possibile situazione di pericolo per i cittadini». // a Un movimento appena percettibile. Forse un attimo di distrazione. L’ auto che arriva alle spalle: e l’ impatto è inevitabile. Sono molto gravi le condizioni dell’ anziano pedone che ieri mattina è stato vittima di un incidente stradale alla periferia del paese. L’ uomo, 76 anni, attorno alle 9 stava percorrendo con un amico via XI febbraio, una stradina interna che collega il territorio di Paitone con quello di Prevalle, poco prima del cimitero di San Zenone. I due camminavano mantenendosi lungo il ciglio della via, caratterizzata da una carreggiata molto stretta e priva di marciapiedi, quando è sopraggiunta alle loro spalle una Dacia Sandero, guidata da un uomo di 62 anni che procedeva nella stessa direzione. Per cause ancora da accertare, forse a causa di un improvviso abbagliamento, il conducente dell’ automobile non ha visto in tempo il pedone che, a quanto sembra, proprio in quell’ istante si era spostato verso il centro della strada per evitare alcuni rami che si trovavano sul percorso. L’ urto è stato violentissimo. L’ anziano sarebbe finito sul parabrezza della vettura, battendo la testa contro il montante sinistro, per poi ricadere quindi sull’ asfalto dove è rimasto privo di sensi. Illesi, inve ce, sia l’ investitore sia l’ altro pedone, il quale al momento dell’ impatto stava camminando qualche metro più avanti. Subito sono stati allertati i soccorsi. In pochi minuti sono arrivati sia un’ automedica dell’ ospedale di Gavardo che un’ ambulanza dei volontari del Cosp di Bedizzole. Le condizioni del ferito, al quale sono state riscontrate gravi lesioni al capo, sono apparse immediatamente molto critiche. Dopo essere stato rianimato a lungo sul posto, l’ anziano è stato trasportato d’ urgenza alla Poliambulanza, dove è stato ricoverato in codice rosso. La ricostruzione dell’ esatta dinamica dell’ incidente è al vaglio della Polizia stradale di Salò, intervenuta sul luogo dell’ investimento insieme alla Polizia locale di Prevalle. //

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox