fbpx
20 Novembre 2019

Seggiolini salva-bebè Mozione del Centro Destra per sostenere le famiglie

VALDINIEVOLE «Il 7 novembre, con un anticipo di 4 mesi sulla data del 6 marzo previsto dalla Legge Meloni, il ministero dell’ Interno a sorpresa ha provveduto a far entrare in vigore la Legge salva-bebè che impone l’ installazione di dispositivi antiabbandono sui seggiolini per il trasporto dei bambini sotto 4 anni». Lo scrivono i consiglieri comunali del Centro Destra per Pieve Nadia Lupori e del Centro Destra Ponte Buggianese Riccardo Buonamici. «Per tale motivo – aggiungono – abbiamo depositato nei Comuni di Pieve a Nievole e di Ponte Buggianese una mozione al fine di impegnare i rispettivi sindaci e consigli ad assumere le determinazioni economiche necessarie a sensibilizzare e sostenere le famiglie nell’ acquisto dei dispositivi, prevedendo l’ erogazione di bonus o incentivi per il più alto numero possibile di famiglie. La legge è a tutti gli effetti in vigore e lo sono contestualmente le sanzioni del Codice della Strada. FdI ha depositato un’ interrogazione urgente “per chiedere formalmente al Governo di intervenire per rinviare l’ entrata in vigore delle sanzioni e di chiarire immediatamente le procedure per ottenere il contributo di acquisto». «E’ una legge importante – va avanti la nota – segno di grande attenzione verso tragedie che sconvolgono la vita delle famiglie che si trovano a dover affrontare un dolore immane come quello della morte di un figlio causata da una amnesia dissociativa transitoria che fa cancellare dalla mente la presenza del bambino sul sedile posteriore nella convinzione di averlo accompagnato all’ asilo; legge che mira non a ridurre, ma ad azzerare queste amnesie che purtroppo in Italia hanno causato la morte di 8 bambini in 10 anni per ipertemia o asfissia. Nella legge Meloni si richiede di prevedere nella legge di bilancio lo stanziamento di risorse economiche necessarie un credito di imposta che aiuti economicamente le famiglie nell’ acquisto di questi dispositivi salva bebè; il Decreto Fiscale 2020 fissa in 30 euro tale bonus, ma i fondi stanziati probabilmente non garantiranno l’ erogazione dell’ incentivo al totale delle famiglie che dovranno acquistare i dispositivi: circa 2 milioni secondo la stima Codacons».

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox