10 Novembre 2019

Seggiolini, multe solo nel 2020

serve più tempo. il pd chiede una moratoria fino al 6 marzo
ROMA Seggiolini per bebè: chi non si è adeguato per ora non rischia la multa. È in arrivo infatti una moratoria che prevede che ci si potrà adeguare fino al 6 marzo 2020 alle nuove disposizioni per l’ installazione in automobile del meccanismo anti-abbandono per i bambini fino a quattro anni. Il Pd ha preparato un emendamento al decreto fiscale che a questo punto farà slittare di 4 mesi le sanzioni per chi non si adegua. Il ministro ai trasporti Paola De Micheli aveva già dato disponibilità a una moratoria. Un’ analoga iniziativa era stata annunciata nei giorni scorsi anche dal Movimento 5 Stelle che addirittura vorrebbe allungare i tempi della moratoria. «Con il nostro emendamento al decreto fiscale, prevediamo che le sanzioni si applicheranno dal primo giugno 2020. L’ obbligo è in vigore dal 7 novembre, ma è necessario prevedere un periodo cuscinetto sia per informare adeguatamente l’ utenza, sia per consentire ai produttori di portare questi dispositivi sul mercato». Lo afferma il capogruppo del Movimento 5 Stelle in commissione Trasporti Emanuele Scagliusi, primo firmatario della modifica. «L’ emendamento – aggiunge – non solo revoca l’ efficacia delle sanzioni eventualmente comminate dal 7 novembre, ma nel caso un automobilista avesse pagato, gli consente di chiedere la restituzione della somma indebitamente versata». C’ è un altro fronte, inoltre, su cui lavora la maggioranza. Si tratta della proroga della cedolare secca al 21% per i negozi. «Ci stiamo lavorando, credo che si farà» dice il presidente della commissione Bilancio del Senato Daniele Pesco. Anche Italia Viva, con il metodo del tweet, interviene, per voce del senatore Eugenio Comincini. Criticando il Pd «perché litiga» commenta: «Governare bene è evitare l’ aumento delle tasse, scrivere norme equilibrate per non assillare i cittadini». Per Codacons sui seggiolini anti-abbandono «è il caos più totale» e per questo pubblica sul proprio sito un modulo per aiutare le famiglie a far valere i propri diritti.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox