fbpx
9 Novembre 2019

Seggiolini anti-abbandono, in arrivo una moratoria fino al 6 marzo 2020

È in arrivo una moratoria fino al 6 marzo 2020 per chi non installa nell’ automobile il dispositivo antiabbandono sui seggiolini per i bambini fino a 4 anni. Il Partito democratico, secondo quanto si apprende, ha preparato un emendamento al Decreto fiscale collegato alla Manovra che fa slittare di quattro mesi le sanzioni per chi non si adegua. La ministra delle infrastrutture, Paola De Micheli, aveva già dato disponibilità a una moratoria, definendo «sacrosanta e di civiltà» a legge sull’ obbligo di installazione dei dispositivi anti abbandono, voluta e approvata da tutti i partiti per evitare che accadano tragedie simili a quelle avvenute in passato. Analoga iniziativa era stata annunciata nei giorni scorsi anche dal Movimento 5 Stelle. Seggiolini: come accedere agli incentivi per i dispositivi anti-abbandono Codacons: «Un modulo contro le multe» «Sui seggiolini anti-abbandono è il caos più totale, tra prodotti introvabili, incertezza su requisiti e multe, prezzi in costante crescita», chiarisce il Codacons, che pubblica sul proprio sito un modulo per aiutare le famiglie a far valere i propri diritti. «La fretta con cui è entrato in vigore l’ obbligo del seggiolino» – attacca il presidente Carlo Rienzi – «ha di fatto trovato il mercato e i consumatori del tutto impreparati, al punto che in molte zone del paese tali prodotti sono assolutamente introvabili. La scarsità dell’ offerta, a fronte di una domanda crescente a causa dell’ obbligatorietà scattata lo scorso 7 novembre, sta portando ad un rapido aumento dei prezzi al dettaglio di tale prodotto, al punto che per un seggiolino si arriva a spendere più di 500 euro». L’ organizzazione ha deciso, quindi, di aiutare quanti riceveranno nei prossimi giorni multe per non essersi dotati dei seggiolini anti-abbandono, pubblicando sul proprio sito internet un modulo attraverso il quale i genitori iscritti al Codacons potranno contestare eventuali contravvenzioni ricevute, motivando l’ infrazione con l’ impossibilità di reperire il prodotto sul mercato, circostanza che rende nulla qualsiasi sanzione. «Ancora una volta un classico pasticcio all’ italiana, con i cittadini costretti ad un obbligo giusto nelle intenzioni ma adottato in maniera sbagliata, che crea squilibri e mette i consumatori in condizione di violare loro malgrado la legge», ha concluso Rienzi. Seggiolini: scatta l’ obbligo dei sensori anti-abbandono: multe da 81 a 326 euro per chi non li ha.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox