5 Marzo 2008

Seduta in rosso per Piazza Affari

Seduta in rosso per Piazza Affari
Borsa giù con fiat gasolio carissimo

Seduta in rosso per Piazza Affari che risente della debolezza dei mercati a livello globale sui timori di recessione. Ad appesantire i listini il comparto automobilistico, in forte calo. Il Mibtel perde l`1,54% e lo S&P/Mib l`1,58%. Tonfo Alitalia, Berlusconi pro-italiani. Alitalia (-5,2% a 0,56 euro) aggiorna i nuovi minimi storici a 0,554 euro. Il ribasso, spiegano le sale operative, nel timore della mancata vendita ad Air France, dopo che il candidato premier Silvio Berlusconi ha detto che “l`Italia non si dovrebbe privare di una compagnia di bandiera“. Vendite su Fiat. Chiusura in calo del 6,51% a 13,06 euro, dopo uno scivolone sotto la soglia psicologica dei 13 euro a quota 12,99 euro. Livelli che Fiat non vedeva dall`ottobre 2006. Da capogiro i volumi pari all`8% del capitale. Giu` Tlc con Telecom e Tiscali. Telecom (-1,84% a 1,59 euro) attende conti e nuovo piano industriale. Crolla Tiscali (-7,66% a 1,67) che ieri ha mandato in fumo i guadagni realizzati in Borsa da inizio anno, portando il saldo a – 6,5%. Banche in calo. UniCredit -2,3% a 4,7 euro, Intesa SanPaolo -1,8% a 4,32, Mps -2,7% a 2,86. Gasolio, nuovo record. Petrolio sempre sui massimi, e ieri il gasolio ha segnato un nuovo record, ormai a un passo da 1,34 euro al litro; la benzina non scnde da 1,4. Il Codacons parla di “maxi-stangata da 510 euro annui a famiglia“ se non si agirà sui carburanti. L`euro ancora a 1,5216 sul dollaro alle venti di ieri.

    Aree Tematiche:
  • EURO
Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox