30 Marzo 2002

Sedici milioni di italiani sulle autostrade

Il Codacons chiede al governo risarcimenti per ingorghi e incidenti dovuti a scarso pattugliamento.

Rincara la benzina: 3 euro in più a pieno


Sedici milioni di italiani sulle autostrade


Affollate la direttrice Nord-Sud e le arterie del Friuli Venezia Giulia verso la Croazia e la Slovenia



ROMA – Feste di Pasqua con traffico molto intenso sulle strade e le autostrade. E purtroppo anche con una serie di gravi incidenti. Il Friuli-Venezia Giulia, quale regione ponte verso l?Est Europa, in particolare verso le località turistiche della costa croata e della Slovenia, ha visto un transito controcorrente rispetto alle principali direttici Nord-Sud del resto d?Italia, dove lunghe file si sono formate sia sulla A1 fra Bologna e Firenze, che sulla A 14 Adriatica in direzione delle Marche, dell?Abruzzo e della Puglia.
Il Codacons, in rappresentanza dei consumatori, chiede a governo e Società autostradali risarcimenti per le code in autostrada e per gli incidenti più gravi. In caso di incidente grave chiederà alla magistratura di accertare le responsabilità dei due dicasteri degli Interni e della Difesa in relazione ai controlli effettuati dalle pattuglie, che si sollecita siano in queste ore incrementate su tutte le arterie in funzione deterrente. Non ha senso – scrive in una nota – che gli automobilisti paghino un pedaggio tra i piu? costosi in Europa, per ricevere un servizio tra i peggiori».
Da venerdì passato fino al 2 aprile è comunque previsto l?impiego di 1.600 pattuglie (825 delle quali in autostrada), 150 unità dei reparti di prevenzione anticrimine, altrettanti uffici mobili della Polstrada in sosta nelle aree di servizio e di parcheggio più a rischio.
Code e incidenti sono stati, come detto, numerosi in tutta Italia. Gli italiani in viaggio sono sedici milioni, con circa sette milioni di auto in circolazione. Ingorghi si sono avuti soprattutto nei caselli di uscita delle grandi città. La situazione più critica sull?A3 Salerno-Reggio Calabria, dove un serpentone di auto lungo dieci chilometri si è formato sulla corsia tra Pontecagnano e Battipaglia a causa dei lavori di ampliamento della carreggiata. In mattinata si è avuta anche la chiusura temporanea a Eboli della corsia nord, per consentire nel più breve tempo possibile lo smaltimento del flusso veicolare sulla corsia opposta.
Al Centronord, un incidente avvenuto a Parma nei pressi dell?allacciamento tra la A1 e la A15, con un Tir che si è incendiato dopo essersi ribaltato, ha creato lunghe code su entrambe le corsie.
I prezzi della benzina continuano intanto a salire. E per gli automobilisti in viaggio per il week end di Pasqua, o per quelli che hanno deciso di fare la tradizionale gita fuori porta del «lunedì dell`Angelo», si profila una spesa, rispetto alle feste di Natale, di quasi 3 euro in più a «pieno».
Anche gli aeroporti sono stati ieri presi d?assalto.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox