10 Settembre 2019

SECONDARY TICKETING, CODACONS: SITI VANNO OSCURATI IMMEDIATAMENTE, SERVE MODIFICA NORMATIVA PER SNELLIRE PROCEDURA

 

I siti internet che vendono a prezzi maggiorati biglietti di concerti ed eventi vanno oscurati con la massima velocità, per evitare il reiterarsi di illeciti a danno dei consumatori. Lo afferma il Codacons, associazione che per prima in Italia ha denunciato il fenomeno del “secondary ticketing” ottenendo l’apertura di un processo penale e una sanzione dell’Antitrust nei confronti degli operatori scorretti.
“Il biglietto nominale è senza dubbio un valido strumento per arginare il “secondary ticketing”, ma le altre misure, dall’oscuramento dei siti internet alla rimozione dei contenuti, devono essere applicate in modo celere perché, in caso contrario, si rendono del tutto inutili – spiega il presidente Carlo Rienzi – In tal senso è necessario apportare modifiche alla normativa di riferimento, affinché Agcom e Polizia Postale possano intervenire prontamente per oscurare da subito i siti internet che speculano sui consumatori vendendo biglietti a prezzi maggiorati. Tali illeciti, infatti, vanno interrotti quando sono ancora in essere, per tutelare gli utenti ed evitare che i reati vengano reiterati nella più totale impunità” – conclude Rienzi.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox