7 Maggio 2019

SECONDARY TICKETING: AGCOM IN CAMPO, VERIFICHE IN CORSO

     

    CODACONS: NON BASTA. AUTORITA’ OSCURI DA SUBITO I SITI FUORILEGGE PER EVITARE DANNI A UTENTI

    Bene per il Codacons le verifiche avviate dall’Agcom contro il secondary ticketing, ma non basta, e l’Autorità deve intervenire con urgenza per oscurare da subito i siti che vendono biglietti a prezzi maggiorati.
    “Finalmente l’Agcom si attiva contro il secondary ticketing, fenomeno denunciato per la prima volta in Italia dal Codacons grazie ai cui esposti si è arrivati ad una multa dell’Antitrust e ad un processo penale a Milano, ma crediamo si possa fare di più per punire le speculazioni su concerti ed eventi – spiega il presidente Carlo Rienzi – E’ necessario oscurare da subito quei siti che vendono biglietti a prezzi maggiorati e in violazione delle norme vigenti, allo scopo di impedire la reiterazione dei reati e tutelare quegli utenti che, per assistere allo spettacolo di un artista, subiscono un danno economico ingiusto”.
    “Ciò – prosegue Rienzi – in attesa che a luglio entri in vigore la norma che prevede biglietti nominativi, misura in grado di arginare l’odioso fenomeno del secondary ticketing”.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox