23 Maggio 2013

«Se la conosco la uso»: una procedura a zero spese facile da attivare

«Se la conosco la uso»: una procedura a zero spese facile da attivare

 

A SETTEMBRE ADICONSUM CODACONS FEDERCONSUMATORI E MDC IN CAMPO PER LA SETTIMANA DIVULGATIVA L’ ITER Le associazioni dei consumatori hanno coniato uno slogan per indicare l’ utilità e la rivoluzione innescata dalla conciliazione paritetica: «se la conosco la uso». È un modello di risoluzione extragiudiziale che si basa su protocolli sottoscritti tra associazioni di consumatori e imprese, sviluppatosi come alternativa alla lenta e costosa tutela giurisdizionale. Attivare la procedura è semplice e soprattutto è a costo zero. In presenza di un disservizio o di un problema con banche, bollette e servizi energetici o telefonici, poste o aziende di trasporti, il primo passo da compiere è presentare un reclamo scritto o via call center. Se dall’ impresa non c’ è risposta o è ritenuta inadeguata, da soli o tramite un’ associazione di consumatori aderente, si attiva la procedura che ha il vantaggio di sospendere per 45 giorni ogni azione anche da parte dell’ azienda e apre canali di comunicazione che prima non esistevano. Il caso quindi approda alla commissione paritetica – composta da due conciliatori, uno nominato dall’ impresa, uno dall’ associazione dei consumatori – che pronuncia la soluzione. Il cliente ha tre giorni di tempo per accettare o rifiutare il verbale di conciliazione che ha efficacia tra le parti (anche di natura transtattiva, articolo 1965 del codice civile). Oltre ad essere a costo zero, si tratta di una procedura volontaria che «fa legge» tra le due parti che in caso di mancato accordo non avranno alcuna conseguenza negativa. Tra le aziende che la praticano ci sono Acea, tutte i gestori tlc (Telecom, Wind, H3G, Fastweb, Vodafone, Teletu, Poste mobile), Enel, Eni, Edison, Sorgenia, Intesa Sanpaolo, Mps, Agos Ducato, Unicredit, Poste italiane, Ania Rc auto e Unione agenti professionisti di assicurazione, Trenitalia, Autostrade, Alitalia, Fipe e Assotravel. Per promuovere tale procedura, a settembre Adiconsum, Codacons, Federconsumatori e Movimento difesa del cittadino (Mdc) organizzeranno una settimana divulgativa per promuovere, insieme a rappresentanti delle aziende aderenti, regole e vantaggi della conciliazione paritetica nelle città umbre. Fa. Nu.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox