26 Maggio 2013

“Scusa, hai rubato la matita al seggio?”, a Prati caccia all’ elettora ladro

“Scusa, hai rubato la matita al seggio?”, a Prati caccia all’ elettora ladro

Al seggio scompare una delle matite così, elenco dei votanti alla mano, gli scrutatori vanno a cercarla nelle case degli elettori. La vicenda ha dell’ assurdo ma è accaduta davvero. Il seggio in questione è il 2189 di via Camozzi nel quartiere Parti. A denunciare il fatto è il Condacons che è stato avvertito dai cittadini che, orario pranzo, hanno sentito il campanello di casa suonare per questo motivo. Gli scrutinatori si sono accorti intorno alle 14 che una matita che serve per votare era stata sottratta dalla cabina 4. A niente sono servite le ricerche e, visto che della matita nel seggio non c’ era più nemmeno la traccia, hanno deciso di andare a cercarla a casa degli elettori utilizzando, per gli indirizzi, il libro con l’ annotazione dei nomi di tutti i votanti. “Si tratta di una vera e propria follia” attacca il Presidente Codacons, Carlo Rienzi, testimone diretto dell’ episodio. “Per evitare la multa in capo al seggio legata alla sparizione della matita, alcuni soggetti riconducibili allo stesso seggio hanno gravemente violato la privacy dei cittadini, disturbandoli durante l’ ora del pranzo o del riposo pomeridiano, e soprattutto rendendo noto chi avesse votato e chi no”. Un atteggiamento che per Rienzi è veramente ridicolo: “Capiamo che in periodi di spending review ci si attacca anche ad una matita ma riteniamo assolutamente ridicolo recarsi a casa degli elettori alla ricerca di un ladro che, in nessun caso, ammetterebbe le sue colpe beccandosi per giunta una denuncia!”. Annuncio promozionale.

 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox