13 Dicembre 2019

Scuole chiuse Roma per allerta meteo: famiglie possono chiedere risarcimento danni?

 

Fiammetta Rubini La chiusura delle scuole per allerta meteo a Roma è “un’ordinanza assurda e ingiustificata”, così il Codacons invita le famiglie che hanno subito disagi di rivolgersi all’associazione per valutare azioni di rivalsa nei confronti del comune.
Scuole chiuse Roma per allerta meteo: famiglie possono chiedere risarcimento danni?

Allerta meteo a Roma e scuole chiuse oggi venerdì 13 dicembre. Con un’ordinanza dell’ultimo momento, la sindaca Virginia Raggi ieri sera ha comunicato la chiusura delle scuole della Capitale, dei parchi, delle ville storiche e dei cimiteri.

Una decisione che è stata subito oggetto di polemiche sui social, in quanto la chiusura delle scuole rappresenta un disagio per moltissime famiglie con figli piccoli. Questa mattina anche il Codacons, con una lunga nota, si è espresso in merito all’ordinanza del comune di Roma, definendo la decisione di affrontare l’allerta meteo con la chiusura delle scuole, assurda e ingiustificata. L’associazione ha anche invitato i genitori che hanno subito disagi a rivolgersi a loro per valutare un’eventuale azione di rivalsa contro l’amministrazione.
Roma, scuole chiuse per pioggia: disagi per le famiglie

Tra le numerose critiche degli utenti su Twitter all’amministrazione Raggi, accusata di essere incapace di affrontare il maltempo, spicca quella del Codacons, che ha pubblicato un comunicato in cui sottolinea i disagi immensi per le famiglie provocati dall’ordinanza emanata ieri.

Il provvedimento, spiega il Codacons, “ha gettato nel caos migliaia di famiglie (…) La fretta con cui è stata assunta la decisione di chiudere le scuole ha creato problemi a migliaia di genitori, costretti a prendere un giorno di ferie per accudire i figli, rimandare impegni o spendere soldi per baby sitter, non avendo avuto il tempo necessario per organizzarsi”.
Allerta meteo Roma: “Raggi incapace di gestire il maltempo”

Su Twitter in queste ore si sprecano i post di utenti che criticano l’operato della sindaca, che invece di affrontare l’emergenza meteo attraverso la manutenzione e la pulizia straordinaria delle strade, preferisce risolvere il problema chiudendo direttamente le scuole e provocando disagi alle famiglie. In molti sottolineano quanto precisato anche dal Codacos, ovvero che il comune dovrebbe pulire tombini e caditoie, e raccogliere le foglie da strade e marciapiedi per evitare allagamenti e disagi stradali piuttosto che disporre la chiusura degli istituti scolastici.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox