13 Febbraio 2012

Scuole chiuse fioccano le ordinanze a Cava riaprono

Scuole chiuse fioccano le ordinanze a Cava riaprono

Meteo in peggioramento, nei paesi in alta quota sono annunciate abbondanti nevicate. Così i sindaci di numerose località chiudono le scuole di ogni ordine e grado. Oggi lezioni sospese a Calvanico e Fisciano, dove ieri ha nevicato intensamente. A Cava de’ Tirreni, invece, oggi gli istituti saranno regolarmente riaperti dopo lo stop di sabato deciso dal sindaco Marco Galdi. Aperte regolarmente anche le sedi del campus universitario di Fisciano e Baronissi. Sul fronte del Vallo di Diano, il sindaco di Montesano sulla Marcellana e quello di Petina hanno deciso di chiudere le scuole per la giornata di oggi. L’ ordinanza è valida anche per l’ istituto tecnico per il turismo a Montesano Scalo. Anche altri sindaci della zona questa mattina potrebbero decidere di chiudere le scuole, viste le previsioni di nuove, intense precipitazioni nevose. Sul versante dell’ Alto Sele-Tanagro, intanto, il ghiaccio da una parte e le condizioni di allerta meteo previste anche per oggi hanno indotto molti sindaci a confermare le ordinanze di chiusura delle scuole, già firmate nei giorni scorsi. In seguito al bollettino meteo diramato ieri dalla protezione civile, i sindaci di Auletta e Teggiano hanno disposto la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado per oggi. Gli studenti non torneranno tra i banchi neanche a Castelnuovo di Conza e a Santomenna, tra i paesi più colpiti dall’ emergenza neve in tutta la provincia di Salerno. Un’ ulteriore valutazione sarà effettuata stamattina dai primi cittadini degli altri centri vicini, come Laviano, Valva e Buccino, alla luce delle condizioni meteo. Sperando che non succeda quello che è accaduto sabato, quando tra il Vallo di Diano e l’ Alto Sele molte delle scuole che erano rimaste aperte sono state chiuse praticamente ad horas, mentre fuori infuriava la neve. Una decisione che ha costretto ad avventurose e pericolose trasferte i genitori che sono venuti a prendere i figli e gli autisti degli scuolabus, una vicenda che ha scatenato la reazione del Codacons contro i sindaci del territorio. Prosegue anche l’ opera di solidarietà a favore dei senzatetto e delle fasce deboli. In città i movimento giovanile «Impegno sociale» da giorni sta lavorando per prestare assistenza ai più deboli attraverso la consegna a domicilio di farmaci, generi alimentari e offrendo pasti caldi ai clochard in collaborazione con l’ Humanitas. f.j. © RIPRODUZIONE RISERVATA.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox