fbpx
11 Settembre 2019

Scuole, allarme sicurezza Problemi in quasi 7 su 10

«Il 68% delle scuole in Piemonte richiede interventi urgenti di manutenzione e messa in sicurezza». Lo afferma il Codacons che, in occasione della riapertura dell’ anno scolastico, lancia l’ allarme “scuole sicure”, presentando un esposto alla magistratura locale. «In base agli ultimi dati disponibili – spiega l’ associazione – solo l’ 1,2% degli edifici scolastici presenti in Regione è costruito secondo criteri antisismici. Nel 3,3% delle scuole risulta eseguita la verifica di vulnerabilità sismica, e solo il 57% circa dispone di certificato di collaudo statico; il 72,5% ha invece il Certificato di agibilità, mentre quello Prevenzione incendi è presente solo nel 31% delle strutture». «Sono dati – aggiunge – del tutto insufficienti a garantire la sicurezza di studenti e personale. Per questo abbiamo presentato un esposto alle Procure locali chiedendo di aprire una indagine urgente sul livello di sicurezza degli istituti scolastici del Piemonte, disponendo la chiusura delle strutture che presentano le più gravi criticità e rappresentano un potenziale rischio per la pubblica incolumità». Ieri l’ assessora regionale all’ Istruzione Elena Chiorino, durante una visita a Cumiana, dove 250 alunni hanno iniziato l’ anno scolastico in un prefabbricato poiché la vecchia scuola è inagibile, ha dichiarato che «servirà un capitolo di bilancio dedicato appositamente all’ edilizia scolastica d’ emergenza». La giunta Cirio sta lavorando a un investimento straordinario di circa 100 milioni di euro. – c BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox