31 Agosto 2010

SCUOLA: PRECARIO IN SCIOPERO FAME DAVANTI MONTECITORIO RICOVERATO IN OSPEDALE

    ANCORA NESSUN INTERVENTO DEL MINISTERO DELL’ISTRUZIONE IL CODACONS: SOLIDARIETÀ AL PRECARIO RICOVERATO E A TUTTI I LAVORATORI DELLA SCUOLA A RISCHIO A CAUSA DELLA RIFORMA GELMINI 

    IL GOVERNO SI CONFRONTI FINALMENTE CON I PRECARI NELL’INTERESSE DELL’ISTRUZIONE PUBBLICA

    Giacomo Russo, uno dei precari palermitani della scuola, da giorni in sciopero della fame, è stato ricoverato d’urgenza all’ospedale Santo Spirito di Roma a causa del grave stato di disidratazione riscontrato dal medico che questa mattina ha accertato le condizioni di salute dei lavoratori in presidio davanti Montecitorio.

    Il Codacons, che già la scorsa settimana aveva manifestato solidarietà ai precari siciliani e a tutti i lavoratori della scuola che hanno perso il posto di lavoro, o rischiano di perderlo, a causa della riforma scolastica voluta dall’attuale Ministro dell’Istruzione, Mariastella Gelmini, vuole testimoniare ancora una volta la sua vicinanza, innanzitutto, a Giacomo Russo ma anche a tutti lavoratori in protesta. E segnalare, anche, che qualora dovessero esserci conseguenze mediche gravi la responsabilità sarebbe del ministro che non ha speso neanche una parola per far terminare lo sciopero della fame in atto.

    Inoltre, l’associazione chiede, perché ritiene ormai non sia più derogabile, anche visto quest’ultimo sviluppo, che il Ministro dell’Istruzione, il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Maurizio Sacconi e il Ministro dello Sviluppo Economico ad interim, il premier Silvio Berlusconi, accordino un incontro ai precari della scuola alla presenza dei sindacati. E che, come sottolinea il Presidente Codacons, l’Avv. Carlo Rienzi, “Si pongano le basi per rivedere la riforma nell’interesse degli studenti, degli insegnanti e dell’istruzione pubblica in generale”. 
     

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox