23 Febbraio 2021

Scuola, il Tar sospende l’ordinanza della Puglia sulla dad: si torna in aula

In Puglia gli studenti potranno tornare in classe. Il Tar ha infatti sospeso l’ordinanza regionale con la quale il presidente Michele Emiliano ha disposto fino al 5 marzo la didattica digitale integrata al 100% per tutti gli alunni pugliesi. A presentare ricorso era stato il Codacons Lecce che, insieme con un gruppo di genitori di alunni, si è opposto alla decisione del governatore pugliese.

L’annuncio dell’ordinanza era arrivato qualche giorno fa quando Emiliano aveva fatto sapere che in Puglia gli studenti sarebbero tornati alla didattica a distanza fino al 5 marzo, così come disposto dall’ordinanza regionale poi oggetto del ricorso. “Così – ha spiegato l’epidemiologo Pierluigi Lopalco, assessore alla Salute regionale – abbiamo eliminato l’opzione della frequenza in presenza a scelta e stiamo limitando al massimo la didattica in presenza per dare la possibilità a tutto il personale scolastico di vaccinarsi e ritornare a fare didattica in presenza più in sicurezza. Quindi stiamo parlando di portare la didattica digitale integrata (Ddi)al 100%”. Lopalco aveva spiegato che “le nuove varianti si diffondono velocemente soprattutto tra bambini e ragazzi quindi sicuramente questo ci ha portato da un lato ridurre la didattica in presenza ma contemporaneamente a dare un forte segnale che la scuola deve ripartire in presenza al più presto e siamo mettendo tutte le nostre risorse nella vaccinazione degli operatori scolastici”.
Il provvedimento del Tar ha efficacia immediata

Quest’oggi è giunta invece la decisione del giudice che ha accolto la richiesta cautelare di sospensiva dell’ordinanza regionale che aveva disposto da ieri la didattica digitale integrata per le scuole pugliesi. “Accolta richiesta cautelare – il commento del Codacons di Lecce sui social – grazie a tutti”. Il provvedimento ha efficacia immediata.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox