4 Giugno 2016

Scuola, il Codacons diffida il Comune

Scuola, il Codacons diffida il Comune

Il Codacons, l’ associazione di consumatori a cui è ricorsa una fronda del Comitato dei genitori di Santa Lucia, ha diffidato il Comune di Cava de’ Tirreni per alcune incongruenze rilevate nel progetto di riqualificazione della scuola elementare della frazione. «Dal progetto – ha spiegato l’ avvocato Daniela Picozzi, presidente della sede cavese del Codacons – si evince che, nella prima fase, la ristrutturazione riguarderà il corpo B della scuola; una volta riqualificata questa parte, però, alle nuove aule si accederà attraverso un ingresso posto nel corpo A dell’ edificio, che presenta delle aree lesionate e in particolare la piattabanda che sormonta il portone d’ ingresso». Il legale ha, dunque, posto l’ accento sul fatto che «sarebbe più sicuro che i piccoli studenti entrassero nell’ edificio scolastico attraverso un ingresso posto nella stessa parte della scuola che è stata già oggetto dei lavori». La presidente Codacons inoltre, in attesa di una risposta dell’ ente comunale, ha chiesto che il suo tecnico di fiducia, l’ ingegner Maurizio Coppola, effettui un sopralluogo all’ istituto scolastico. «La diffida è stata depositata lo scorso 18 maggio – ha concluso Picozzi – spero che l’ ente comunale dia presto una risposta; in caso contrario sarò costretta a rivolgermi all’ autorità giudiziaria competente per omissioni di atti d’ ufficio». Intanto, sullo scontro tra i genitori e il sindaco Vincenzo Servalli e il suo vice, è intervenuto don Beniamino, il parroco di Santa Lucia, il quale su fb ha precisato: «Prego il Comitato genitori di rettificare il proprio comunicato dove si afferma che, in accordo con il parroco, è stata organizzata una manifestazione. Specifico che, in accordo con me, non è stata organizzata nessuna manifestazione contro le istituzioni». Alfonsina Caputano ©RIPRODUZIONE RISERVATA.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox