6 Maggio 2019

SCUOLA, GREMBIULE OBBLIGATORIO: PER UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI BAMBINI DEVONO ANCHE SCATTARE SULL’ATTENTI QUANDO ENTRANO IN CLASSE I MAESTRI?

 

CODACONS CRITICA POSIZIONE UNC: FORSE VUOLE RIPORTARE IN AUGE I METODI FASCISTI NELLE AULE?

Ci chiediamo se l’Unione Nazionale Consumatori voglia riportare i metodi fascisti nelle aule italiane, considerata la posizione anacronistica assunta dall’associazione in merito alle critiche del Codacons circa la proposta di rendere obbligatorio il grembiule a scuola.
Oggi l’Unc, allo scopo di contraddire punto per punto il Codacons, ha diramato un comunicato in cui si dice favorevole all’obbligatorietà del grembiule per gli studenti, addirittura negando che tale divisa comporti un costo per le famiglie (sic!), tirando in ballo incomprensibili costi di lavaggio come se si trattasse di una lavanderia – spiega l’associazione – Ci chiediamo se la prossima mossa dell’Unione Nazionale Consumatori sia quella di proporre che tutti i bambini si alzino in piedi sull’attenti gridando “urrà!” quando entrano i maestri in classe, così come avveniva nel periodo fascista.
La questione delle scuole e degli obblighi in capo a famiglie e studenti è problema serio che non dovrebbe essere affrontato con tanta superficialità, considerato soprattutto che gli italiani sono già costretti a sostenere costi enormi per i libri di testo, i cui prezzi aumentano di anno in anno, e per il corredo scolastico – conclude il Codacons.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox