5 Ottobre 2009

SCUOLA: CODACONS, DOPO CASO NAPOLI AVVIARE PIANO PER EDILIZIA SCOLASTICA

 
      IL GOVERNO DEVE MODIFICARE LA FINANZIARIA

  
      Roma, 5 ott. – (Adnkronos) – ”L’Ennesima scampata strage”.
Cosi’ il Codacons bolla il crollo di una controsoffittatura in una
scuola nel quartiere di Bagnoli, a Napoli in cui e’ rimasta ferita una
studentessa. ”E’ ridicolo e assurdo – afferma il presidente Codacons,
Carlo Rienzi, che il Governo si faccia bello nelle conferenze stampa
parlando di lavagne luminose e registri di classe elettronici, mentre
gli alunni sono in classe pollaio a rischiare la vita”.
      ”L’associazione – ricorda – aveva contestato la cifra
irrisoria, ridicola ed irresponsabile stanziata recentemente dal
Governo per l’edilizia scolastica, appena un miliardo, a fronte di
dati allarmanti che lo stesso Bertolaso denuncio’ dopo la strage di
Torino: il 60% delle 42.007 scuole pubbliche non ha certificati di
agibilita’ statica ed igienico sanitaria ed il 75% non ha quello di
prevenzione incendi. Ricordiamo – aggiunge Rienzi – che, solo per
affrontare il rischio terremoti, occorrerebbero 13 miliardi di euro”.
      Il Codacons, prosegue Rienzi, ”visto che il Governo considera
il settore edilizio come quello chiave per uscire dalla crisi, e che
per questo aveva messo in cantiere il famoso ‘Piano casa’, chiede che
si faccia un ‘Piano scuola’, ossia un grande piano di edilizia
scolastica per mettere in sicurezza le scuole italiane che cadono a
pezzi. Per questo – conclude – e’ necessario modificare la
Finanziaria, prevedendo giusti stanziamenti”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox