fbpx
22 Novembre 2019

Scoppia la febbre del Black Friday: in Abruzzo spese per 43 milioni di euro, ecco i consigli per evitare truffe

 

È l’ultima usanza che abbiamo importato da Oltreoceano: il Black Friday, letteralmente “venerdì nero” è il giorno dopo quello del Ringraziamento a stelle e strisce e si caratterizza per sconti speciali e prezzi stracciati. Negli Stati Uniti, dove i negozi aprono addirittura allo scoccare della mezzanotte, è l’occasione per accaparrarsi a cifre convenientissime l’ultimo gioiello tecnologico o gli accessori più alla moda da mettere sotto l’albero di Natale.

Seguirà al Black Friday il Cyber Monday, in programma il 2 dicembre, tanto che molti negozi fisici e online hanno scelto di far durare gli sconti speciali una settimana intera.

Secondo uno studio elabroato dal Codacons, gli abruzzesi spenderanno circa 43 milioni di euro nella settimana del Black Friday, con un giro d’affari sui 2 miliardi a livello nazionale. Numeri in crescita fino al 20 per centro rispetto al 2018: sembra che un regalo su cinque tra quelli di Natale sarà acquistato proprio in questi giorni.

Tuttavia, il rischio di cadere in raggiri o fregature è purtroppo molto elevato, perché gli operatori disonesti approfittano di occasioni come il Black Friday per speculare sui consumatori a caccia di affari. E il Codacons, per consentire agli utenti di fare acquisti in tutta sicurezza ed evitare brutte sorprese, ha realizzato un decalogo contenente le regole d’oro da seguire per difendersi da possibili truffe o raggiri. Eccole di seguito.

Acquistate solo da siti Internet sicuri, protetti da sistemi di sicurezza internazionali, riconoscibili dalla presenza del lucchetto nella barra di indirizzo.
Acquistate solo da venditori sicuri. Controllare che nei feedback siano riportati correttamente i dati della società titolare dell’attività commerciale.
Confrontate sempre i prezzi, sia online sia nei negozi fisici. Attenzione agli sconti troppo elevati.
Controllate che sia riportato oltre al prezzo iniziale del prodotto anche quello finale, comprensivo di spese di spedizione o tasse.
Controllate la data di spedizione e verificare sempre da dove viene spedito il prodotto.
Conservate sempre una copia dell’ordine effettuato e verificate che esista la possibilità di disdirlo senza pagamento di penali.
Sul web pagate o tramite paypal o carte prepagate (meglio evitare bonifici o carte di credito), e non comunicate mai i vostri dati personali, sia via telefono, sia via mail. Non inserite mai dati privati online.
Ricordare che per legge la merce si può restituire quando si acquista fuori dagli esercizi commerciali fisici entro 14 giorni.
Per gli acquisti online verificare le condizioni di recesso applicate dal venditore online e ricordate che la garanzia vale anche per i prodotti acquistati online.
Se il prodotto o il servizio acquistato hanno un difetto di conformità o di produzione avete dritto alla sostituzione o al rimborso.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox