fbpx
27 Aprile 2012

Scontro tra due Frecciarossa, disagi e caos a Termini. Treni deviati e soppressi

Scontro tra due Frecciarossa, disagi e caos a Termini. Treni deviati e soppressi

Il bilancio è di 10 persone contuse, nessuna delle quali in gravi condizioni. Il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha attivato le strutture di verifica e di controllo per accertare le dinamiche e le cause dell’incidente ferroviario avvenuto alla stazione Termini. Ma questo è un giorno di disagi.

Le Ferrovie dello Stato annunciano che alcuni convogli della dorsale tirrenica non fermeranno a Termini ma effettueranno il servizio passeggeri, via Casilina- Tuscolana, alla stazione Ostiense e a Tiburtina. Da Termini inoltre sono stati soppressi i treni della mattina in partenza verso Palermo, Bari e Firenze, mentre i binari 4 e 5 coinvolti nell’incidente restano ancora occupati dai due convogli entrati in collisione e saranno liberati solo dopo le verifiche e gli accertamenti delle autorità.

Dopo i primi momenti di panico alla stazione, ora si indaga sulla dinamica dell’incidente. Una nota ufficiale diramata dalle Ferrovie spiega che alcuni carrelli sono usciti dai binari e i due convogli, uno proveniente da Napoli l’altro da Milano si sono sfiorati. Stavano entrando nello scalo romano a una velocità inferiore ai 30 chilometri orari, tutto secondo le procedure. Ma a causa del cedimento di un binario di scambio uno dei due treni ha deragliato, continuando a camminare fino alla collisione di alcune delle carrozze con il convoglio del binario vicino. In un attimo è stato il panico. Un via vai di forze dell’ordine e di ambulanze. E tanta paura tra i passeggeri.

“E’ stato terribile. Mi è passata tutta la vita la vita davanti”. A dirlo, tra le lacrime, una dipendente di Ferrovie dello Stato scendendo in lacrime dal treno dopo l’incidente con il collare al collo. Accanto a lei una collega che piangendo l’ha abbracciata. “Non mi spiego cosa sia successo” ha aggiunto. Calme alcune signore che, scese da uno dei due treni, hanno proseguito sui binari a piedi con le loro valigie. “Certo l’impatto c’è stato, si è rotto qualche vetro, ma per fortuna abbiamo solo qualche graffio”.

Intanto il Codacons chiede il risarcimento per i passeggeri: “Trenitalia – scrive l’associazione in difesa dei consumatori – non se la caverà con un’indagine interna ma deve risarcire i passeggeri dei due treni, anche in assenza di danni materiali e lesioni fisiche. In queste situazioni infatti è indennizzabile un trauma psicologico, lo stress e la paura subita”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox