fbpx
24 Novembre 2019

Scivoli disabili off-limits Ogni giorno 390 multe Falsi tre pass su dieci

di Flaminia Savelli Parcheggi riservati, scivoli e raccordi occupati irregolarmente. E poi scalini, buche e sampietrini. Così per i disabili muoversi nella capitale è un quotidiano percorso a ostacoli. Lo confermano i numeri della polizia Municipale: da gennaio a ottobre sono state 7531 – circa 750 al giorno – le multe per soste irregolari su spazi riservati ai veicoli per persone disabili. Mentre per sosta su scivoli, raccordi per il transito riservato sono state 3900 le sanzioni, pari a 390 al giorno. Ci sono poi i furbetti dei pass: 3 tagliandi su 10 sono falsi. Per questo stanno arrivando in dotazione ai vigili urbani 36 ” pistole laser”: « Ci siamo impegnati per attrezzare gli agenti di questo speciale dispositivo – annuncia Andrea Vasto, Disability manager per il comune di Roma – saranno in grado di scannerizzare i tagliandi e verificare i falsi e i duplicati. Uno strumento fondamentale per garantire l’ utilizzo adeguato di questi permessi riservati ai disabili». Ma se dall’ amministrazione arrivano importanti segnali, restano le barriere architettoniche il vero ostacolo per le carrozzine. Come accade in pieno centro a Roma dove tutti i negozi di via del Corso non sono accessibili. All’ ingresso delle 17 attività sono infatti presenti scale e scalini. Nessuno è dotato di pedana, una situazione al limite tanto che il Codacons ha già depositato un’ istanza per un intervento strutturale. La delicata questione è arrivata anche negli uffici del Campidoglio ma i tempi di risoluzione saranno lunghi perché: « Dobbiamo attendere i tempi tecnici per il regolamento edilizio nazionale che è ancora in fase di scrittura – spiega il manager Vasto – non ci sono alternative al momento perché per la legge sull’ occupazione di suolo pubblico, i titolari non possono dotarsi di pedana mobile. Ci stiamo occupando anche delle strutture scolastiche – conclude – perché abbiamo ricevuto diverse segnalazioni sull’ inacessibilità di molte palestre per gli studenti con disabilità. Anche in questo caso, siamo in attesa dei tempi tecnici per valutare gli interventi». Ma i casi delle barriere architettoniche nella capitale sono tantissimi. Come denuncia Ileana Argentin, ex deputata Pd: «I raccordi dei marciapiedi di via Veneto sono inservibili – racconta – per non parlare degli scivoli e delle pedane installate e senza manutenzione. Una su tutte quella di via Merulana che dovrebbe garantire l’ accesso agli uffici dei servizi sociali ed è da mesi in pessime condizioni». © RIPRODUZIONE RISERVATA

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox