14 Marzo 2017

Sciopero nazionale dei taxi il 23 marzo Uber: «Vediamoci lunedì e trattiamo»

Sciopero nazionale dei taxi il 23 marzo Uber: «Vediamoci lunedì e trattiamo»

Dopo le forti tensioni degli ultimi mesi, con i tassisti sulle barricate (nella foto un presidio a Torino) per quella che ritengono illecita concorrenza da parte di Uber e Ncc, ieri si è registrata la proclamazione di uno sciopero nazionale della categoria, indetto per il prossimo 23 marzo dalle 8 alle 22. Un lasso di tempo durante il quale «saranno rispettate le fasce di garanzia e saranno assicurati i servizi sociali», cioè il trasporto di anziani, portatori di handicap e malati. Ma sempre ieri si è registrato anche un segnale di possibile distensione. Infatti, proprio Uber ha inviato una lettera a tutte le sigle sindacali del settore taxi per proporre «un incontro a porte chiuse» il prossimo lunedì 20 marzo presso il Centro Congressi Frentani, in via Dei Frentani a Roma alle 12.00. «Credo sia giusto tentare la via del dialogo, aprendo una porta ad un confronto civile e onesto», scrive ai tassisti il general manager di Uber Italia, Carlo Tursi. «In qualità di general manager di Uber – afferma ancora Tursi nella missiva -, una società tecnologica che per troppo tempo è stata vista in contrapposizione al servizio taxi, vi invito a discutere di proposte concrete che possano vederci collaborare da qui in avanti. Troppo tempo è stato speso su un confronto che non guarda al futuro ma solo al passato, penalizzando anche i consumatori che di questo non hanno colpe. Noi vogliamo guardare al futuro e vorremmo farlo anche con voi». Al riguardo c’ è da segnalare come il Codacons abbia subito chiesto a Uber di essere invitato a sua volta all’ incontro con i tassisti il 20 marzo a Roma. «Riteniamo assurdo che gli utenti, fruitori finali del servizio che viene offerto da Uber e dai tassisti, siano tenuti fuori dal confronto afferma l’ associazione – La società deve immediatamente convocare il Codacons perché la nostra associazione da anni si batte sul fronte dei taxi e della concorrenza nel settore dei trasporti pubblici».
 
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox