22 Marzo 2013

Sciopero, il venerdì nero dei trasporti A rischio tram, bus e metro. Ztl aperte

Sciopero, il venerdì nero dei trasporti A rischio tram, bus e metro. Ztl aperte

Sono partiti alle 8.30, a conclusione della prima fascia di garanzia dello sciopero di 24 del trasporto pubblico locale, gli ultimi treni delle metropolitane della Capitale: ferme quindi tutte le linee A, B e B1.Lo comunica in una nota l’agenzia per la mobilita’. Nessun convoglio in viaggio sui binari delle ferrovie gestite da Atac: Termini-Giardinetti, Roma-Lido e Roma-Viterbo; Nessuna garanzia di poter viaggiare su tram e bus. La ripresa di tutti i servizi di trasporto e prevista dalle 17 alle 20 quando scattera’ la seconda fascia di garanzia. Nessuna vigilanza e’ garantita dalla centrale della mobilita’. La protesta, di carattere nazionale e’ indetta da Cgil, Cisl, UILtrasporti, UGLtrasporti, Faisa Cisal e Fast a seguito della rottura delle trattative per il rinnovo del contratto nazionale di lavoro scaduto da cinque anni.
“L’atteggiamento irresponsabile tenuto da Asstra e Anav, le associazioni di categoria delle aziende di trasporto pubblico locale, ci costringe a confermare la protesta di 24 ore dei lavoratori autofiloferrotranvieri e internavigatori indetta per il 22 marzo 2013”, dichiara in una nota Pietro Serbassi, segretario generale della Fast Confsal.
SERVIZI FERMI – La Cotral resterà ferma dalle ore 8,30 alle ore 17 e dalle ore 20 fino al termine del servizio. I bus extraurbani, quindi, sospenderanno le corse dai capolinea dalle ore 8,30 alle ore 17 per riprendere il lavoro al termine dello sciopero, con partenze dei bus dalle rimesse di appartenenza. Le corse saranno nuovamente sospese dalle ore 20,00 fino al termine del servizio. Il personale addetto alla verifica sciopererà con le stesse modalità dell’esercizio. Per tutti i lavoratori degli uffici, degli impianti fissi e per tutto il personale non indicato, lo sciopero avverrà per l’intero turno. I lavoratori del turno di notte entreranno in servizio alle ore 00.01 del 23 marzo. Sono esclusi dallo sciopero gli addetti ai centralini telefonici e ai servizi di sicurezza, i guardiani, gli addetti alla portineria, gli ingegneri centrali, i capi tecnici centrali e i capi movimento centrali.
LE RAGIONI DELLO SCIOPERO – “Dopo il blocco quasi totale della circolazione, registrato il 16 dicembre di due anni fa sia sul servizio metropolitano che su quello urbano e suburbano nelle città di Roma, Torino, Bergamo ecc. per effetto della massiccia partecipazione della categoria degli autoferrotranvieri allo sciopero effettuato dalla sola Fast Connfsal ritenevamo – afferma Serbassi – che Asstra e Enav si rendessero responsabilmente disponibili a un percorso di confronto per la definizione del Ccnl scaduto tre anni fa. Sei anni di mancato adeguamento dei livelli retributivi, continua il segretario generale, hanno compromesso fortemente il potere d’acquisto degli stipendi degli autofiloferrotranvieri; ciononostante – e nonostante lo stato di fatiscenza complessiva in cui versa il parco dei rotabili utilizzati su tutto il territorio nazionale – essi continuano, con la serietà e la professionalità che hanno contraddistinto sempre sia gli addetti all’esercizio che il personale impiegatizio, a garantire ai cittadini il servizio della mobilità”.
PROTESTA CONFERMATA  – “E’ confermata quindi la protesta di 24 ore. Persistono la condizione di instabilità e confusione delle Istituzioni e le motivazioni alla base della vertenza che ha dato luogo alle precedenti azioni di lotta, ma persistono soprattutto gli atteggiamenti dilatori tenuti pretestuosamente, oltre che dalle associazioni Imprenditoriali del settore, anche dalle Istituzioni di Governo degli Enti locali, che di questa incertezza politica sulle Istituzioni centrali dimostrano di voler approfittare per negare il tavolo di confronto ai lavoratori autofiloferrotranvieri e alla Fast Confsal, sindacato fortemente rappresentativo in questa categoria di lavoratori, come dimostrato anche nello sciopero del 16 dicembre scorso”, conclude Serbassi.
ZTL APERTE – “In occasione dello sciopero che interesserà i lavoratori del trasporto pubblico, i varchi delle Ztl diurne Centro storico e Trastevere non saranno attivi. L’accesso sarà dunque libero, in modo da agevolare gli spostamenti in città e limitare il più possibile i disagi.
IL CODACONS – “L’ennesimo sciopero nel settore dei trasporti pubblici che domani paralizzerà la capitale è un atto di violenza nei confronti dei cittadini”. Lo afferma il Codacons commentando in una nota la protesta di 24 ore indetta per domani dalle varie sigle sindacali. “Nelle grandi metropoli come Roma lo sciopero di bus e metro si traduce non solo in disagi enormi per gli utenti, ma in danni tangibili per la collettività, attraverso una paralisi della città, un incremento del traffico e un aumento dell’inquinamento atmosferico – afferma il Presidente Carlo Rienzi – Chi poi possiede un abbonamento ai mezzi pubblici subisce anche una lesione economica, poiché viene privato di un servizio regolarmente acquistato e pagato”.
IL PIANO TRASPORTO – Weekend anche di manifestazioni: alle 14 con corteo con partenza da piazza Eugenio Biffi percorrerà’ via Guglielmo Massaia, via san Lorenzo da Brindisi, piazza di san Eurosia, via Filippo Tolli, via Alessandra Macinghi Strozzi, piazza Oderico da Pordenone, via Giovanni Genocchi, piazza Elio Rufino, viale Tor Marancia, via Valeria Rufina, via Carlo Tommaso Odescalchi, piazzale Antonio Tosti, largo Benedetto Bompiani, via delle Sette Chiese per concludersi in largo Martiri delle Fosse Ardeatine. Limitate o deviate le linee 160, 218, 670, 671, 673, 715 e 716. Sabato 23 marzo dalle 13 alle ore 21 circa in piazza del Popolo, manifestazione nazionale per illustrare le proposte di governo del Popolo della Liberta’. Prevista una partecipazione di centomila persone. Verranno chiuse al traffico piazza del Popolo e relativi accessi alla stessa nonche’ le rampe di viale Gabriele D’Annunzio in base all’afflusso di persone. A partire dalle ore 11 sino alle ore 23, saranno limitate o deviate le linee 117, 119 e 590″.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox