21 Luglio 2015

SCIOPERI: GARANTE, A ROMA PER 27/7 SI VALUTI PRECETTAZIONE

    SCIOPERI: GARANTE, A ROMA PER 27/7 SI VALUTI PRECETTAZIONE

    CODACONS: IN CASO DI SCIOPERO, LICENZIAMENTO IN TRONCO DEI LAVORATORI CHE ADERIRANNO ALLA PROTESTA

    SCIOPERO DEL 27/7 VIOLA ARTICOLO 16 DELLA COSTITUZIONE

    I lavoratori che aderiranno allo sciopero del trasporto pubblico a Roma previsto per il prossimo 27 luglio, andranno licenziati in tronco. Lo chiede il Codacons, dopo l’invito alla precettazione rivolto dall’Autorità di Garanzia per gli scioperi al Prefetto.
    “Il nuovo sciopero indetto per il 27 luglio rappresenta la chiara volontà di danneggiare gli utenti del trasporto pubblico, e configura oltre al danno la beffa – spiega il Presidente Carlo Rienzi – La protesta, infatti, è stata indetta nonostante il servizio, specie sulle linee della metro, prosegua da numerosi giorni tra disservizi enormi, rallentamenti e corse a singhiozzo che stanno causando disagi illeciti ai cittadini”.
    “Ma il prossimo sciopero appare anche incostituzionale – spiega Rienzi – perché, arrivando dopo una serie prolungata di agitazioni sindacali, limita la libertà di circolazione dei cittadini violando l’art. 16 della Costituzione secondo cui “Ogni cittadino può circolare e soggiornare liberamente in qualsiasi parte del territorio nazionale”. Per tale motivo, se non sarà annullata la protesta, chiederemo agli organi competenti il licenziamento dei lavoratori che aderiranno allo sciopero”.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox