4 Ottobre 2007

Scarica rifiuti su stradaInseguito e acciuffato

Scarica rifiuti su strada
Inseguito e acciuffato
Operazione dei vigili urbani

Cinque persone, tra titolari e amministratori delegati di altrettante imprese edili che stavano compiendo dei lavori di manutenzione ordinaria nella vecchia sede dell`ospedale Garibaldi, sono state denunciate dai carabinieri per violazione delle norme di sicurezza e di igiene. I controlli sono stati eseguiti da militari dell`Ispettorato del lavoro su delega della Procura della Repubblica e hanno accertato anche la presenza di minorenni che non erano stati sottoposti alla visita medica preventiva. I carabinieri hanno comminato sanzioni amministrative e penali per oltre 108 mila euro, recuperato contributi Inps, Inail e Cassa edile per 4.500 euro e disposto la sospensione dei lavori. Le indagini erano state disposte dalla Procura dopo un incidente sul lavoro avvenuto nell`ospedale giorni addietro: un operaio ha compiuto un “volo“ di tre metri per il cedimento di una lastra di vetro sulla quale stava camminando ed è stato ricoverato con la prognosi riservata nello stesso nosocomio. Adesso è fuori pericolo. Sull`incidente avvenuto al “Garibaldi“ e sul conseguente servizio eseguito dai carabinieri, il segretario nazionale del Codacons, Francesco Tanasi, ha voluto sottolineare che “la causa di tutto ciò risiede nello scarso rispetto delle norme relative alla sicurezza sui luoghi di lavoro, con la conseguente crescita degli incidenti. Per evitare il ripetersi delle cosiddette “morti bianche“ è indispensabile inasprire le sanzioni per le aziende che non rispettano le disposizioni di legge e prevedere, per le stesse, il ritiro delle licenze e delle autorizzazioni ad operare. Quando ad essere coinvolti sono addirittura dei lavoratori minorenni, le sanzioni dovrebbero essere ancora più aspre“. “Chiediamo inoltre – prosegue Tanasi – di creare una task force per la sicurezza in Sicilia e di avviare campagne informative, fornendo agli stessi lavoratori le informazioni e gli strumenti utili per individuare eventuali carenze in fatto di sicurezza dei luoghi di lavoro“. Tanasi ha voluto ricordare i dati resi noti dal coordinatore dei comitati Inail Sicilia in merito agli infortuni sul lavoro in Sicilia. In questo momento si registra il 4% in più dall`inizio dell`anno al 31 agosto, rispetto allo stesso periodo del 2006 (29.949); si tratta di un trend in controtendenza rispetto al dato nazionale (-1,35%).

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox