12 Ottobre 2007

“È sardo“. Il giudice tedesco gli riduce la pena

“È sardo“. Il giudice tedesco gli riduce la pena
Condannato a sei anni, ma con l`attenuante “etnica“ delle origini.
Reazioni sdegnate in Italia: “La Germania si scusi“

CAGLIARI Era convinto che la sua fidanzata lo tradisse. Non era vero ma, nel tentativo di estorcerle la confessione, per tre interminabili settimane l`ha segregata per usarle violenze e umiliazioni di ogni tipo. Dopo averla immobilizzata al letto con le manette ? come scriveva ieri il quotidiano L“`Unione Sarda“ dando conto delle motivazioni della sentenza depositata dall`avvocato Annamaria Busia ? l`ha picchiata, torturata, violentata. Le ha fatta bere aceto, le ha iniettato eroina. È successo lo scorso anno, in Germania, a Stadthagen, dove un ventinovenne cagliaritano, Maurizio Pusceddu, lavorava come cameriere in gelateria. La ragazza, lituana, lo ha denunciato, e lui è stato condannato dal Tribunale di Buckeburg a sei anni. Con un`attenuante sorprendente: bisogna tener conto di come in Sardegna si sviluppano i rapporti tra uomo e donna. SINGOLARE MOTIVAZIONE “Si deve tener conto ? hanno scritto i giudici ? delle particolari impronte culturali ed etniche dell`imputato. È un sardo. Il quadro del ruolo dell`uomo e della donna, esistente nella sua patria, non può certo valere come scusante ma deve essere tenuto in considerazione come attenuante“. Pusceddu, figlio di una coppia che gestisce un ristorante a Cagliari, consumatore di hascisc, cocaina ed eroina, aveva conosciuto la ragazza lituana in un ristorante greco, sempre in Germania. Era il Natale 2004, si era innamorato e subito era andato a vivere con lei. Le aveva chiesto di lasciare il lavoro ed era stato accontentato. Poi, improvvisa, quella gelosia accecante per un suo collega cameriere e l`inizio, per la donna, di tre settimane da incubo: la porta di casa chiusa a chiave, il tentativo della ragazza di scappare calandosi dalla finestra con le lenzuola, le notti al freddo nuda sul pavimento con le finestre aperte, le bruciature provocate con la sigaretta, l`aceto sulle ferite. REAZIONI SDEGNATE Una denuncia al Tribunale di Hannover è stata preannunciata dal Codacons Sardegna. “Si tratta di una sentenza offensiva ed oltraggiosa nei confronti della popolazione sarda, che probabilmente non ha precedenti nella storia della giurisprudenza“. L`associazione nell`esposto chiederà di procedere per “ingiuria aggravata nei confronti dei cittadini sardi“. “Il governo Prodi chieda scuse formali della Germania“, afferma il deputato di An Bruno Murgia. “C`è sempre un giudice stupido e ignorante, inutile sollevare un polverone sulla vicenda delle attenuanti a un cittadino solo perché di origine sarda. Le motivazioni sono talmente incredibili ? afferma il parlamentare sardo ? da essere ridicole“. “Come può la Germania lasciare quasi impunito il reato di stupro e addossare le colpe alla tipicità della cultura italiana?“, attacca Michaela Biancofiore di Forza Italia.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox