8 Aprile 2002

“Saranno Famosi“…illusi e sfruttati

?Saranno Famosi?…illusi e sfruttati



Nato in sordina il programma di Italia 1 ?Saranno Famosi? è diventato oramai un vero e proprio cult. Orde di ragazzini esaltati seguono quotidianamente dai teleschermi le vicende e le prove d?abilità dei protagonisti – che sono un gruppetto di giovani ambosessi speranzosi di entrare nel mondo dello spettacolo – ne hanno imparato a memoria i nomi, le caratteristiche, pregi e difetti. Le t-shirt con il logo di ?Saranno famosi? , indossate dai partecipanti al programma, hanno invaso i negozi e le bancarelle di mezza Italia, e ultima – ma non ultima ? è arrivata la promozione della trasmissione in prima serata, il martedì sera sempre su Italia 1, condotta da Maria De Filippi.

Apparentemente lo scopo del programma è quello di preparare sotto l?aspetto più propriamente tecnico, un certo numero di aspiranti cantanti, attori, ballerini, presentatori ecc., per consentire agli stessi un trionfale ingresso e una brillante carriera nel mondo dello spettacolo. E così i partecipanti si sfidano a suon di acuti, balletti, prove di recitazione. Ogni tanto qualcuno di questi abbandona la ?scuola? e si ritrova per strada quelle orde di ragazzini di cui accennavamo prima tutt?intorno a chiedere autografi, fotografie, baci e abbracci.
Una bella conquista, non c?è che dire, per chi da assoluto anonimo diventa personaggio popolare. Una pericolosa arma a doppio taglio, sostengono altri.

A scagliarsi contro Saranno Famosi è l?Osservatorio per la qualità dei programmi tv del Codacons il quale, da quando la trasmissione Saranno famosi è sbarcata in prima serata, ha ricevuto molte proteste da parte di telespettatori (per il 90% genitori), che hanno criticato duramente il programma. ?L?aspetto che lascia particolarmente perplessi ? e su cui obiettivamente c?è molto da riflettere? fanno sapere al Codacons, ?è proprio quello inerente i sogni, le ambizioni, le speranze dei partecipanti la trasmissione?.
Costoro sono giovani ragazzi che, secondo molti telespettatori che si sono rivolti all?Osservatorio tv dell?associazione, vengono illusi di poter entrare facilmente nel mondo dello spettacolo,e sulle cui speranze si punta per alzare l?audience. In definitiva, secondo coloro che hanno contattato l?osservatorio del Codacons, vengono sfruttati i loro sogni per meri fini di ascolto. ?Quanti infatti di loro riusciranno ad entrare nel mondo dello spettacolo? Quanti realizzeranno le proprie ambizioni? E quanti ancora cadranno presto nel dimenticatoio??

L?esperienza insegna che, quando si ha fama e popolarità, farne a meno diventa impossibile. E quando ciò accade la delusione che ne segue può diventare pericolosa. Cosa accadrà, quindi, quando l?effetto ?saranno famosi? svanirà e gran parte dei ragazzi che vi hanno partecipato verranno dimenticati dal ?pubblico??
Chissà se hanno pensato a questo gli autori del programma?Non regge nemmeno il confronto con il Grande Fratello perché, mentre chi partecipa a quest?ultima trasmissione non lo fa ? almeno sulla carta – con lo scopo di diventare cantante, attore, ballerino, quindi non entra nella ?casa? per uscirne con una professione in tasca, chi entra nella scuola di Saranno famosi lo fa con il preciso intento, fomentato dall?indirizzo stesso della trasmissione e dal taglio che hanno deciso di darvi gli autori, di diventare ciò che vorrebbe essere. Il Codacons conclude sottolineando che ai telespettatori più in là con gli anni, quelli cioè che non si lasciano trasportare dalle mode del momento, ma soprattutto ai genitori non piace la trasmissione Saranno Famosi, che viene vista come una sorta di speculazione dei sogni e delle ambizioni dei ragazzi d?oggi, sempre più attratti da lustrini e pailettes. Chissà però come si comporterebbero gli stessi genitori se i propri figli venissero prescelti per partecipare ad un programma simile…

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this