24 Novembre 2010

SARAH: PROCURA ORDINA SEQUESTRO DOCUMENTI E FILE

    IL CODACONS: TROPPO TARDI. ORA SI RISCHIA NUOVA SPETTACOLARIZZAZIONE

     
    Il provvedimento della Procura della Repubblica di Taranto che ha ordinato oggi il sequestro su tutto il territorio nazionale delle copie dei documenti cartacei e dei file audio e video inerenti l’omicidio di Sarah Scazzi, è giusto, ma appare infelicemente tardivo.
    Lo afferma il Codacons, grazie al cui esposto era intervenuto sulla vicenda il Garante per la Privacy.
    “Oramai tutti sanno tutto sull’omicidio di Sarah Scazzi, per cui un decreto di sequestro rischia di creare una nuova spettacolarizzazione della vicenda, un “caso nel caso” – afferma il Presidente Codacons, Carlo Rienzi – Certo è che sulla tragedia di Avetrana si è passato il limite, e un intervento della magistratura era doveroso, nonostante la tardività del provvedimento rischi ora di non apportare alcun beneficio concreto” – conclude Rienzi.
     

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox