28 Gennaio 2003

SAPRI. LOTTA PER OTTENERE IL RIPRISTINO DELLE AGEVOLAZIONI

SAPRI. LOTTA PER OTTENERE IL RIPRISTINO DELLE AGEVOLAZIONI
Disabile presidia la stazione
per protestare contro «Unico»



Dopo gli appelli verbali e le lettere alle autorità, un non vedente di Santa Marina da ieri presidia la stazione ferroviaria di Sapri.
Protesta per l`introduzione di Unico Campania, che ha soppresso tutte le agevolazioni previste sui biglietti ferroviari per i disabili e le altre categorie come anziani e giovani.
Massimo Vita, 40 anni, già consigliere comunale di Santa Marina, secondo il Ministero del Tesoro che gli ha rilasciato la tessera ferroviaria è un invalido vittima civile di guerra (in seguito all`esplosione di un ordigno abbandonato), ma secondo la Regione non ha più diritto a sconti per viaggiare con un accompagnatore sui treni che si muovono in Campania, tranne gli eurostar e gli intercity. «Ritengo che sia una discriminazione gravissima – dice Vita – La concessione accordata con un provvedimento legislativo nazionale non può essere cancellata da un accordo tra ferrovie e Regione Campania».
In suo sostegno si sono mossi il Codacons con una diffida e l`onorevole Francesco Brusco con un`interrogazione parlamentare, mentre dalle autorità preposte ha ricevuto solo generiche assicurazioni.
A tada sera il consorzio Unico ha comunicato a Vita che da domani le agevolazioni di cui beneficiavasaranno ripristinate.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox