30 Settembre 2017

“Santoni” in circolazione don Giovanni allerta i fedeli

Letizia Varano Borgia Una circostanza inquietante quella denunciata pubblicamente dal viceparroco don Giovanni Signorello nel corso di un’ omelia nella quale ha messo in guardia i fedeli dall’ azione di alcuni sedicenti guaritori, operanti nel territorio di Borgia, nella cui rete sarebbero cadute già diverse persone. Una vicenda, quella sulla quale don Signorello ha posto l’ attenzione, che merita di essere approfondita e verificata, poiché, se fosse accertato quanto segnalato pubblicamente dal sacerdote, l’ intera faccenda potrebbe avere dei pesanti risvolti di natura penale e non solo in termini di blasfemia. I cosiddetti “santoni” agirebbero in coppia: uno dei due procaccerebbe i clienti, che vengono adescati con la promessa di essere guariti da malattie e di poter conoscere il proprio futuro attraverso la lettura delle carte. Secondo quanto appreso, in una zona lontana da occhi indiscreti, i due “guru” riceverebbero le loro vittime che, secondo alcune testimonianze, non andrebbero via senza aver sborsato del denaro per pagare la prestazione ricevuta. Sarebbero in tanti a rivolgersi a questi sedicenti guaritori, che avrebbero finito per estendere la loro “fama” anche fuori dai confini comunali, attirando visitatori e clienti da tutto il comprensorio. Da qui la preoccupazione espressa dal viceparroco e l’ appello a prestare la massima attenzione, per non farsi plagiare e irretire da chi spaccia poteri occulti, professandosi in grado di predire il futuro e guarire da patologie più o meno gravi, invitando a segnalare eventuali casi del genere alla stazione dei carabinieri. Un fenomeno sommerso, quello legato alla pratica della magia e dell’ occultismo, ma purtroppo diffuso e redditizio, tanto che si parla di un vero e proprio business dell’ occulto. Secondo le ultime stime del Codacons, sarebbero circa 160mila gli operatori dell’ occulto ai quali si rivolgerebbero addirittura 13 milioni italiani, per un giro d’ affari che è stato calcolato in 8 miliardi di euro che, naturalmente, sfugge al fisco.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox