6 Marzo 2003

SANREMO FLOP DI ASCOLTI: DEL FESTIVAL I TELESPETTATORI NON NE POSSONO PIU?!

    ADUSBEF, CODACONS E FEDERCONSUMATORI ATTACCANO: IMPORRE IL FESTIVAL IN TUTTE LE TRASMISSIONI (RAI E MEDIASET) FA SCAPPARE GLI UTENTI DALLA TV LE 3 ASSOCIAZIONI DELL?INTESA SI RIVOLGERANNO ALLA CORTE DEI CONTI PER CONOSCERE, ALLA LUCE DEL CALO DI ASCOLTI, I COSTI DEL FESTIVAL








    Sanremo fa flop di ascolti. Mai, da quando esiste l?Auditel, il Festival aveva raggiunto livelli così bassi. La puntata di ieri ha registrato una media di ascolti di 8 milioni 795 mila spettatori, con il 40,39% di share.

    Un dato che fa riflettere sul gradimento degli italiani rispetto al Festival. Dai numeri sembra infatti che i telespettatori stiano fuggendo dalla manifestazione canora. Ed è facile pensare che gli italiani non ne possano davvero più di Sanremo. E ciò anche per uno strano fenomeno che si verifica ogni anno. Tutte le reti tv, (Rai, Mediaset, La7 e altre tv minori) alla stregua di emittenti radiofoniche pubbliche e private, dedicano gran parte del proprio palinsesto al Festival. Quotidiani e riviste poi non sono da meno. Al tele-utente, quindi, il Festival viene imposto dall?alto senza tante possibilità di scelta.

    Ed è proprio questa imposizione e questa sovraesposizione mediatica del Festival che allontana lo spettatore, ormai stremato, dalla manifestazione.
    Senza contare che molti di coloro che assistono a Sanremo, lo fanno perché sulle altre reti non trovano alternative allettanti, tranne rare eccezioni (vedi Zelig) e così si rassegnano a sorbirsi Baudo & C.

    E? più che giusto dedicare spazio a Sanremo per soddisfare chi ama il Festival, ma allo stesso modo è giusto tutelare e fornire un?alternativa a chi invece Sanremo non lo sopporta proprio.

    Le associazioni dell?Intesa dei consumatori ADUSBEF, CODACONS e FEDERCONSUMATORI, quindi, criticano duramente RAI, MEDIASET, LA7 e le principali emittenti radiofoniche poiché non stanno offrendo in questi giorni un servizio equilibrato e vario ai cittadini, contribuendo a determinare il calo di ascolti registrato.

    Ma le 3 associazioni non si fermano qui. Visto il record in negativo degli ascolti, e visto che i cittadini pagano un salato canone, chiedono alla RAI quanto sia costata questa edizione del Festival, riservandosi di chiedere l?intervento della Corte dei Conti al fine ci accertare le spese della Rai sostenute dai consumatori.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox