4 Febbraio 2005

SANITA`: MUORE DOPO RIFIUTO RICOVERO A GELA, MEDICI INDAGATI

(ANSA) – PALERMO, 4 FEB – Sono stati indagati i due medici dell`ospedale Vittorio Emanuele di Gela che nei giorni scorsi hanno rifiutato il ricovero di Terence Gambino, l`operaio di 20 anni deceduto per un malore mercoledì sera. Anche la posizione di due infermieri professionali è attualmente al vaglio dei magistrati della Procura di Gela, che indagano sull`accaduto, e che giovedì hanno disposto l`autopsia che sarà effettuata domani mattina. Il sostituto procuratore di Gela, Serafina Cannatà aveva aperto un` inchiesta. I carabinieri avevano proceduto al sequestro della cartella clinica e dei referti medici del pronto soccorso. Il giovane operaio era stato accompagnato al pronto soccorso dell` ospedale perché accusava dolori. I medici di guardia gli avrebbero praticato una terapia antinfluenzale e lo avrebbero dimesso. Nel pomeriggio il giovane ha continuato a star male ed è tornato in ospedale. Stavolta il personale sanitario del pronto soccorso ha praticato una terapia antidolorifica. Avrebbero voluto ricoverarlo ma non ci sarebbero stati posti letto disponibili, ed ancora una volta il giovane è stato dimesso. Martedì notte, alle 4, il ricovero d` urgenza perché Terence Gambino aveva perso conoscenza. I genitori lo avevano accompagnato allo stesso ospedale ma quando il ragazzo è stato ricoverato era già in stato di `coma anossico`, cioé causato da mancanza di ossigeno. Esposti in procura sono stati depositati sia dai familiari di Terence Gambino che dalle associazioni dei consumatori Codacons e Articolo 32. Il sindaco di Gela, Rosario Crocetta, ha annunciato che il Comune si costituirà parte civile nell`eventuale processo a carico dei sanitari coinvolti. (ANSA).

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox