fbpx
19 Luglio 2012

Sanita’: Codacons, risparmio da 114 mln con taglio vaccini inutili

Sanita’: Codacons, risparmio da 114 mln con taglio vaccini inutili

 Roma, 19 lug. (Adnkronos Salute) – Bloccare il taglio dei posti letto previsto dal decreto spending review risparmiando invece sui vaccini inutili. E’ la proposta lanciata dal Codacons in un appello a tutti i Parlamentari. “Eliminare uno spreco da quasi 114 milioni di euro annui e salvare migliaia di posti letto agendo sul fronte dei vaccini forniti dal Ssn, che deve acquistare e somministrare 6 vaccini anziché i 4 previsti dalla legge. Eliminando questo spreco – prosegue il Codacons – si potrebbe limitare la spending review nella sanità, e ridurre il taglio al numero di posti letto che avrebbe ripercussioni pesantissime per gli utenti”. “In Italia – spiega l’ associazione – i vaccini obbligatori, contrariamente a quanto ritenuto dalla stragrande maggioranza dei genitori di bambini in età pediatrica, sono solamente quattro: antidifterite, antitetanica, antipoliomelite, antiepatite virale B. A stabilirlo è il decreto ministeriale del 7 aprile 1999, che individua anche i vaccini ‘non obbligatori’. Tuttavia nelle Asl – denuncia il Codacons nell’ appello ai Parlamentari – anziché informare correttamente i genitori in merito alla disciplina legislativa sui vaccini obbligatori per legge e quindi effettuare solamente i quattro vaccini obbligatori ai bambini in età pediatrica, viene fornito ed iniettato ai piccoli un nuovo vaccino esavalente che contiene anche due vaccini facoltativi ossia pertosse ed infezioni da Haemophilus influenzale di tipo b”. “Non sono disponibili in unica soluzione solamente i quattro vaccini obbligatori”, chiede il Codacons. “Ciò appare gravissimo anche perché sembra che la somministrazione polivalente – dei vaccini – avverte – possa comportare danni da sovraccarico e choc del sistema immunitario. E sul fronte economico, la procedura comporta un evidente spreco di soldi pubblici a carico del Servizio sanitario nazionale (Ssn), che deve acquistare e somministrare 6 vaccini anziché i 4 previsti dalla legge”.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox