14 Aprile 2016

Sanità, Consip: “Al via gara per aghi e siringhe con prezzo unico”

Sanità, Consip: “Al via gara per aghi e siringhe con prezzo unico”

ROMA – Consip ha pubblicato oggi il primo bando di gara per la fornitura di aghi e siringhe alle strutture del Servizio sanitario nazionale. L’ obiettivo è quello di ridurre la difformità di prezzi non solo a livello nazionale ma anche intra-regionale tra le diverse strutture sanitarie. L’ individuazione di un unico prezzo posto a base d’ asta e di un unico prezzo di aggiudicazione, ottenuti attraverso la gara consentirà di attenuare sensibilmente tali differenze di prezzo. La gara. Attraverso la pubblicazione di una gara nazionale, precisa la Consip in una nota, si intende ampliare l’ offerta di strumenti di acquisto relativi ad aghi e siringhe – attualmente disponibili come merceologie su altri due strumenti, il Mercato elettronico della PA e il Sistema dinamico d’ acquisto – puntando a ridurre la difformità di prezzi a livello geografico e garantire elevati standard qualitativi alle pubbliche amministrazioni. Le categorie. La gara, del valore complessivo di circa 40 milioni di euro in 2 anni, avrà un massimale di fornitura ( il quantitativo massimo di beni acquistabili in convenzione) di circa 500 milioni di “pezzi” e coprirà il 30-35% del fabbisogno annuo della Pubblica amministrazione relativamente ai beni messi a gara. L’ iniziativa interessa le categorie degli aghi e delle siringhe di “uso comune”, che corrispondono – rispettivamente – all’ 85% dei consumi e al 70% del valore complessivo dell’ intera categoria merceologica di riferimento. La gara sarà dunque suddivisa in molteplici lotti merceologici, uno per ogni tipologia di ago o siringa (a titolo di esempio: aghi ipodermici per siringa con dispositivo di sicurezza, aghi a farfalla con dispositivo di sicurezza, siringhe con ago misure speciali con meccanismo di sicurezza, siringhe per insulina di sicurezza con ago termosaldato). Data la complessità di alcune pratiche cliniche e la conseguente specificità di alcuni aghi e siringhe, non si è invece ritenuto opportuno affrontare la categoria dei prodotti maggiormente specialistici. LEGGI Dalle auto alle fotocopie, così gli uffici pubblici pagano di più. E buttano via 20 miliardi di FABIO BOGO Il capitolato tecnico della gara è stato redatto tenendo in considerazione gli elementi di innovazione tecnologica che hanno recentemente caratterizzato il mercato di riferimento e al fine di rispondere alla crescente esigenza della Pubblica amministrazione di dispositivi con elevati standard qualitativi per prevenire le punture accidentali, prevedendo prodotti dotati di dispositivi di sicurezza. Consip effettuerà quindi verifiche di conformità a campione sui prodotti consegnati alle amministrazioni ordinanti, durante tutta la durata della Convenzione, al fine di verificarne la rispondenza con quanto aggiudicato e prescritto nel capitolato tecnico. Codacons: “E’ tardi”. Per il Codacons si tratta di un risultato positivo anche se “si tratta di un intervento tardivo”. “Per anni nel settore della sanità abbiamo assistito ad una vera e propria ‘giungla dei prezzi’, con costi estremamente diversificati sul territorio per i medesimi prodotti. – denuncia il presidente Carlo Rienzi – Il caso più emblematico è proprio quello delle siringhe: in alcuni ospedali venivano pagate 2 centesimi l’ una, in altri il prezzo raggiungeva i 10 centesimi, con una differenza assolutamente ingiustificata del 400%. Finalmente, con la gara Consip, si metterà un freno allo sperpero di denaro pubblico, ma non basta: gli sprechi nelle forniture della Pubblica Amministrazione sono ancora abnormi, e questo perché non viene adeguatamente utilizzata la centrale Consip”.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox