27 Agosto 2002

Sangue sulle strade: 40 morti

Controesodo / Tragico bilancio nell`ultimo weekend con quasi novecento incidenti

Sangue sulle strade: 40 morti

Nel prossimo fine settimana l`ondata più massiccia di rientri

ROMA ? Traffico sostenuto con numerosi incidenti, ieri, su tutta la rete italiana. Code sono state segnalate dal «Cciss», il Centro di coordinamento informazioni stradali, sulla A3 Salerno-Reggio Calabria, in prossimità di Salerno, sulla A1 da Roma a Bologna, anche a causa del maltempo, e sulla A14, dove tra Imola e Bologna sono state registrate code a tratti per cinquanta chilometri. Complice il maltempo, comunque, molti italiani hanno preferito anticipare il rientro in città e il controesodo proseguirà fino a domenica prossima. La Società Autostrade si aspetta un forte rientro per il seguente weekend a meno che ? questo è l`augurio ? molti non facciano ritorno in città durante i giorni infrasettimanali. Rimane purtroppo pesante il bilancio dei morti: nell`ultimo fine settimana 40 persone sono decedute e 1.389 sono rimaste ferite. Complessivamente, i morti nei quattro fine settimana di agosto sono stati 181. Anche nelle prime ore di ieri mattina si sono verificati diversi incidenti, causando spesso lunghe file. Così, due giovani di 25 e 26 anni sono morti, tre ragazze e un chietino sono rimasti feriti in modo grave in un incidente avvenuto intorno alle 7.30 sulla statale 16 nei pressi di Pineto (Teramo). In Lombardia, invece, un camion che trasportava fusti da 200 chili contenenti Xilene e Metossipropano, due derivati del petrolio, si è ribaltato sull`A8 nei pressi dell`uscita di Linate (Milano) e il conducente è rimasto ferito. Due giovani pugliesi sono morti sull`A14, vicino all`uscita di Cattolica. Due vittime anche in val Badia, dove una jeep è andata fuori strada finendo in un burrone. Pure un turista bolognese, nel Trentino, è finito con la sua auto in un burrone ma dopo un volo di quattrocento metri se l`è cavata con qualche graffio. Un 15enne di Prato, L.B., è morto ieri per una caduta avvenuta durante un`escursione nei boschi di Luicciana, nel comune di Cantagallo, che stava facendo insieme con altri due ragazzi. Inoltre, due italiani in vacanza in Australia sono morti in uno scontro frontale tra due auto nei pressi di Ayers Rock. In totale, secondo la Società Autostrade, i veicoli in circolazione sono risultati inferiori alla media del periodo. Gli incidenti, rispetto allo stesso periodo del 2001, sono diminuiti del 20% e di oltre il 15% quelli con conseguenze alle persone. Massiccio anche il controesodo di turisti negli aeroporti: il traffico registrato dalla compagnia aerea Meridiana da e per la Sardegna durante lo scorso weekend ha raggiunto quota 26.600 passeggeri. Ma sono ancora tanti gli italiani in vacanza: il test della «michetta», il tradizionale pane meneghino, rivela che da ieri a Milano è presente il 70% dei residenti. La città dunque ha «riaperto» dopo il periodo più tradizionale di ferie ma sono ancora migliaia nelle località di villeggiatura. Una conferma, quella degli italiani che tendono a distribuire maggiormente i periodi di vacanza nell`ambito dei mesi estivi, che arriva anche dalla Società Autostrade che ha registrato, rispetto al 2001, un aumento dei flussi di traffico in direzione delle riviere del Sud. Secondo Telefono Blu, se a settembre il clima sarà buono ci saranno ancora 8 milioni di vacanzieri. E dopo l`esodo estivo è tempo di proteste: il Codacons sostiene che i centralini dell`associazione in Campania sono andati in tilt. Centinaia di turisti chiedono come ottenere risarcimenti per danni e disagi che hanno dovuto sopportare. In particolare, i cittadini lamentano promesse non mantenute, annullamenti di pacchetti turistici, ritardi, overbooking, stanze inadatte, furti, smarrimenti di bagagli.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this