25 Novembre 2005

San Camillo, Conte tiri fuori le prove

In relazione alla battaglia intrapresa dal presidente del Codacons sui presunti maltrattamenti al San Camillo, leggo sulla Nuova del 24 novembre che Franco Conte liquida l`indagine compiuta dall`Asl 12 come “una farsa“. Oltre a ledere l`onorabilità e la serietà dell`Azienda sanitaria, se la prende anche con i tre componenti della commissione ispettiva del 22 novembre scorso – degradati a burattini. Non conosco il motivo e non capisco l`acredine che spinge Conte a mettere in dubbio tutto l`operato dell`Asl 12 che, ogni 15 giorni da anni, compie ispezioni nella casa di riposo del San Camillo, così come prevede la convenzione stipulata. Frequenti sono le visite che medici dell`Asl 12 fanno agli ospiti della Residenza sanitaria assistita e distrettuale. Mai sono emersi episodi neppure lontanamente riconducibili a maltrattamenti, mai abbiamo ricevuto proteste dalle famiglie. Mi chiedo quali sono le prove che il presidente del Codacons può esibire a sostegno delle gravissime accuse che rivolge al San Camillo, e su quali basi deride la funzione di controllo dell`Asl 12. Se questa documentazione esiste, saremmo tutti desiderosi di analizzarla soprattutto perché – se le accuse non sono fondate – il signor Conte ne risponderà nelle sedi adatte.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox