fbpx
15 Ottobre 2019

Salvo Sottile contro Alessandro Siani: “Un non comico che rende fastidioso il napoletano”

 

Serena Granato La nuova puntata di Che tempo che fa, trasmessa su Rai 2 la scorsa domenica 13 ottobre, ha visto presentarsi in qualità di ospiti in studio

Alessandro Siani e Stefania Spampinato. I due attori in questione hanno presentato il loro film Il giorno più bello del mondo. E per l’occasione, l’attore comico e regista Siani è diventato protagonista di un piccolo monologo promozionale: “Io mi definisco un regista abusivo, ho lavorato con grandi attori, quando è così è chiaro che ti senti un regista abusivo. Io mi sento sempre abusivo. Appena arrivo a Milano, mi sento abusivo. Appena arrivi, la prima cosa che ti dicono è ‘Ci facciamo una apericena?’. Ma cos’è?”. Uno sketch che un conduttore noto al grande pubblico del piccolo schermo non ha affatto gradito. “Siani è un non comico -ha infatti scritto il conduttore Salvo Sottile -. Uno che non fa ridere neanche se ci si mette d’impegno. Fa battute di una banalità rara e con quella verve e quella enfasi rende il napoletano fastidioso, quando invece è caldo e ammaliante. Sarei curioso di sapere quanto incassano i suoi film…”.

Il duro cinguettio, condiviso da Sottile con i follower e non, ha provocato la reazione del giornalista Gabriele Parpiglia, che dal suo canto ha invitato lo stesso Sottile a “non fare il lottatore su Twitter”. E Salvo ha prontamente ribattuto a Parpiglia, condividendo con il web lo spiacevole ricordo che ancora custodisce dell’ospitata di Siani registratasi nel 2015 a Sanremo, dove il comico fu protagonista di una discutibile battuta per via della quale il Codacons chiese alla Rai di sanzionarlo. “Non mi è piaciuta l’uscita sul ragazzo sovrappeso a Sanremo, essendo stato uno ‘in carne’. Niente di personale”, ha fatto sapere piccato Sottile.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox