17 Ottobre 2020

SALVINI CROCIFISSO: CODACONS PRESENTA ESPOSTO PER OFFESA AL SENTIMENTO RELIGIOSO

    ANCORA UNA VOLTA SIMBOLI SACRI VENGONO USATI PER FINI SBAGLIATI SENZA RISPETTO PER LA RELIGIONE E PER I CREDENTI

    La “crocifissione di Matteo Salvini” finisce all’attenzione della Procura della Repubblica di Roma. Il Codacons ha deciso infatti di presentare un esposto alla magistratura sul caso dell’immagine circolata nei giorni scorsi sul web e sui social network che raffigura il leader della Lega crocifisso in un fotomontaggio che riprende il quadro di fine ‘400 “Crocifissione” di Pietro Perugino e Luca Signorelli.
    Non entriamo nel merito della vicenda politica che vede coinvolto Salvini, ma dobbiamo sottolineare come, ancora una volta, ci troviamo di fronte allo sfruttamento di simboli sacri per scopi del tutto sbagliati – spiega il Codacons – Immagini di questo tipo offendono la religione e milioni di credenti, e sono una forma di blasfemia che riteniamo opportuno sottoporre al vaglio della magistratura.
    Per tale motivo l’associazione presenta un esposto alla Procura della Repubblica di Roma, in cui si chiede di procedere verso gli autori dell’immagine per la possibile fattispecie di offesa al sentimento religioso, così come previsto nel nostro ordinamento.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox