29 Maggio 2009

SALUTE: NELLE SCUOLE FUMO PIU’ DANNOSO DELL’INFLUENZA SUINA

     
    PROPOSTA CHOC DEL CODACONS: CHIUDERE LE SCUOLE DOVE SI FUMA, COSI’ COME SONO STATI CHIUSI GLI ISTITUTI A RISCHIO FEBBRE SUINA

     

    Proposta choc quella avanzata oggi dal Presidente Codacons, Carlo Rienzi, nel corso del convegno tenutosi all’Iss in occasione della giornata mondiale contro il fumo.
    “Pochi giorni fa sono state chiuse in Italia alcune scuole per il rischio di contagi da influenza suina, dopo che alcuni studenti di ritorno dagli Usa avevano contratto la febbre – ha spiegato Rienzi, relatore al convegno in rappresentanza dei consumatori italiani – Un provvedimento giusto se si pensa alla sua finalità tesa a tutelare la salute degli alunni, nonostante l’influenza proveniente dal Messico non sia altro che una febbre stagionale senza conseguenze particolari. Ma si tratta anche di una misura ipocrita. Se davvero si vuole difendere la salute degli studenti – ha proseguito il Presidente Codacons – allora molte scuole italiane andrebbero chiuse anche e soprattutto per un altro motivo: il fumo. All’interno degli istituti scolastici, specie nei bagni, nei cortili e a volte anche nei corridoi, si fuma in barba a qualsiasi divieto. Ed è scientificamente provato che il fumo produce più danni dell’influenza suina!!”.
    Di qui la richiesta del Codacons al Ministero della Salute, a quello della pubblica Istruzione, ai Nas e alle Asl di tutta Italia: disporre la chiusura immediata di tutte le scuole dove non viene rispettato il divieto di fumo.
    “Se si ha paura di una banale febbre e si arriva a chiudere un istituto scolastico, si deve avere ancora più paura del fumo – ha concluso Rienzi – che ogni anno provoca solo in Italia 85.000 morti, contro le zero vittime dell’influenza suina”.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox