19 Ottobre 2007

SALUTE: AZIONE LEGALE DEL CODACONS CONTRO IL MINISTERO DELLA SALUTE

SALUTE: AZIONE LEGALE DEL CODACONS CONTRO IL MINISTERO DELLA SALUTE PER I DANNI CAUSATI DA FARMACO “KILLER“



Sono centinaia le denuncie pervenute al Codacons di cittadini italiani vittime del Vioxx, il farmaco “killer“ prodotto dalla casa farmaceutica Merck Sharp & Dohme. Il Codacons ha così iscritto al Tribunale Civile di Roma, dopo un`attenta selezione dei casi, le prime 18 cause di richiesta risarcimento danni contro la Merck, contro il Ministero della Salute, responsabile di aver autorizzato la commercializzazione del Vioxx, e contro l`Aifa, succeduta al Ministero della Salute e responsabile di non aver ritirato dal commercio lo stesso medicinale. Chi ha assunto il farmaco Vioxx ? spiega il Codacons ? può ancora chiamare il numero 892.007, dove un avvocato dell`associazione valuterà la possibilità di agire per ottenere il risarcimento dei danni causati dal medicinale. Si ricorda infatti che secondo gli studi effettuati il Vioxx ha causato circa 140.000 infarti e il decesso di circa 55.000 persone. Dalla documentazione in possesso del Codacons, emerge che la Merck Sharp & Dohme era perfettamente a conoscenza, addirittura sin dai primi mesi di commercializzazione del nuovo farmaco Vioxx, dei rischi connessi all`assunzione del medicinale. Il Codacons aveva già proposto una class action direttamente negli Stati Uniti, davanti alla Corte Distrettuale dell`Illinois, per ottenere il risarcimento dei danni causati dal Vioxx a tutti i cittadini italiani che avevano assunto il medicinale. Ma il Giudice Eldnon E. Fallon ha disposto che i cittadini italiani debbano agire contro la Merck direttamente in Italia, e di conseguenza il Codacons sta avviando oggi tali giudizi. Questo nonostante purtroppo in Italia non esista ancora una class action, e nonostante il disegno di legge in discussione in Parlamento, come più volte criticato dal Codacons, non sia assolutamente paragonabile all`istituto americano. Il farmaco rofecoxib, noto in commercio come Vioxx, è stato ritirato dal commercio dall`Aifa, in Italia il 30 settembre 2004, su richiesta della casa farmaceutica Merck Sharp & Dohme, a causa dei gravissimi danni cardiovascolari riportati dai pazienti assuntori del medicinale, dopo ben 5 anni di commercializzazione. E` stato stimato che circa 80 milioni di pazienti hanno assunto il farmaco per il trattamento sintomatico di infiammazioni e di dolori artritici, oppure semplicemente per il trattamento dell`emicrania; il farmaco ha rappresentato un enorme successo commerciale per la Merck, con vendite annue che hanno toccato i 2,5 miliardi di dollari.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox