18 Luglio 2002

SALDI:MILANO,ESPOSTO CODACONS SU POLEMICA COMMERCIANTI-ANNONARIA


La polizia annonaria denuncia violazioni alle normative sui saldi; l`assessore al Commercio di Milano difende i commercianti e questi minacciano di querelare l`annonaria. Sulle controverse vicende dei saldi milanesi arriva ora un esposto del Codacons alla Procura della Repubblica, “affinche` accerti i fatti e verifichi se esistono profili penalmente rilevanti“.
Di fronte alle minacce di querela provenienti dall`Unione del Commercio nei confronti della polizia annonaria, il Codacons preannuncia che assumera` la difesa di questi ultimi. “Che colpa ha l`annonaria – chiede il Codacons in una nota – se i commercianti non rispettano la legge regionale in materia? Si sono limitati ad elevare contravvenzione e a rendere noti i risultati di questa operazione. I commercianti possono accampare tutte le scuse possibili, ma i fatti sono chiari: hanno violato le regole sui saldi. Nella migliore delle ipotesi hanno anticipato gli sconti rispetto alla data fissata per legge.“ Il Codacons appoggia invece la proposta di abolire i saldi, lanciata provocatoriamente dal vicepresidente dell`Unione del Commercio Renato Borghi: “dei saldi se ne puo` fare a meno. Il Codacons e` per la liberalizzazione del commercio, che consentirebbe una maggiore concorrenza nel corso di tutto l`anno e vantaggi per il consumatore.“

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox