fbpx
9 Luglio 2019

Saldi, una strada tutta in salita

NAPOLI. Come previsto dal Codacons purtroppo l’ inizio dei saldi estivi del 2019 è stato tutto in salita. «Come più volte da noi proposto, servono iniziative nuove, proposte nuove per i consumatori, come per esempio l’ estensione del periodo di saldi a tutto l’ anno, cosa che incrementerebbe la fiducia di tutti». Secondo le associazioni di consumatori non basteranno le occasioni a spingere gli italiani a spendere tanto è che si calcola una spesa di 65 euro a testa. Inoltre il caldo torrido di questa estate spingerà molti cittadini a recarsi al mare sacrificando lo shopping. Secondo Confcommercio, invece quest’ anno si spederanno circa 100 euro pro capite e poco meno di 230 euro a famiglia per un valore complessivo intorno ai 3,5 miliardi di euro. Nella guerra di cifra entra anche l’ Osservatorio Nazionale Federconsumatori Onf che ha effettuato un’ indagine a Roma, Milano e Napoli. E in queste città solo il 39% delle famiglie è propenso a acquistare a saldo, con una spesa media di 134 euro a nucleo familiare. Un balletto delle cifre che non elimina il problema, ovvero che quest’ anno i saldi non saranno certo ricchi come ci si aspettava. Ragion per cui i comemrcianti dovranno attendere altre occasioni per pter tirare una boccata d’ ossigeno sui conti che si profilano, ancora, in rosso. Per i clienti, invece, proprio il Codacons lancia il decalogo con tanti consigli per non incappare in imbrogli come conservare sempre lo scontrino, conoscere i propri diritti, come la possibilità di poter sempre cambiare il capo difettoso, e non è possibile cambiare il capo difettoso con uno uguale si ha diritto alla restituzione di quanto pagato. Diffidare di sconti superiori al 50%, valutare e leggere sempre l’ etichetta del capo che si va ad acquistare inoltre bisogna ricordare che il negoziante ha l’ obbligo di accettare i pagamenti con bancomat o carta. Insomma attenzione a che tutte le norme siano rispettate. A tale proposito Aidacon consumatori a tutela dei cittadini ha ricordato anche che le vendite relative ai saldi devono essere realmente di fine stagione: la merce posta in vendita sotto la voce “Saldo” deve essere una rimanenza di quella della stagione che sta concludendosi e non fondi di magazzino.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox