3 Luglio 2019

Saldi estivi, quando iniziano e come evitare le truffe

In alcune regioni sono già partiti, ma quasi in tutta Italia i saldi estivi inizieranno sabato prossimo . Scopriamo il calendario regione per regione e qualche consiglio utile .Le prime regioni a partire sono state Campania (29 giugno), Sicilia (1º luglio) e Basilicata (2 luglio). Ecco, nel dettaglio, il calendario dei saldi estivi:Il prossimo fine settimana, in ogni caso, scatterà la caccia ai saldi in tutto lo Stivale. Per questo il Codacons ha diffuso una serie di consigli utili per mettere in guardia i consumatori da possibili comportamenti scorretti.Non è vero che i capi in saldo non si possono cambiare. I negozi , infatti, sono obbligati a sostituire l’ articolo difettoso anche se dichiara che i capi in saldo non si possono cambiare. Se il cambio non è possibile, ad esempio, perché il prodotto è finito, si ha il diritto alla restituzione dei soldi (non ad un buono). Ci sono due mesi di tempo per denunciare il difetto.I capi in saldo devono essere effettivamente le rimanenze invendute della stagione che sta finendo e non fondi di magazzino . È consigliabile evitare di comprare in quei negozi che avevano gli scaffali semivuoti poco prima dei saldi e che poi si sono riempiti nuovi articoli. È improbabile, per non dire impossibile, che a fine stagione il negozio sia provvisto, per ogni tipo di prodotto, di tutte le taglie e colori.Altra regola sempre in voga è quella di fare un giro nei negozi che interessano per appuntarsi i prezzi dei capi prima che inizino i saldi , in modo da poter verificare l’ effettivo sconto. Non fermarsi mai al primo negozio che propone sconti ma confrontare i prezzi con quelli esposti in altri esercizi. A volte basta qualche giro in più per evitare l’ acquisto sbagliato o per trovare prezzi più bassi.Spesso nascondono merce non proprio nuova, o prezzi vecchi falsi. Un commerciante, salvo nell’ Alta moda, non può avere, infatti, ricarichi così alti e dovrebbe vendere sottocosto.Comprare in negozi che già si conoscono è sempre la scelta migliore. In alternativa, acquistare merce della quale conoscete già il prezzo o la qualità in modo da poter valutare liberamente e autonomamente la convenienza dell’ acquisto. Evitare di acquistare in negozi che non espongono il cartellino che indica il vecchio prezzo , quello nuovo ed il valore percentuale dello sconto applicato. Bisogna anche controllare che fra la merce in saldo non ce ne sia di nuova a prezzo pieno. La merce in saldo deve essere separata in modo chiaro dai capi della nuova collezione.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox