27 Dicembre 2010

Saldi, Codacons vede scenario buio e anticipa un flop

I saldi invernali 2011 in partenza il 2 gennaio saranno per il Codacons un flop, e rispetto ai saldi del 2010 faranno registrare riduzioni degli acquisti comprese tra il 10 e il 20% specie nelle grandi città. "I motivi per cui i saldi falliranno sono molteplici – spiega il Presidente Codacons Carlo Rienzi – innanzitutto l’eccessiva vicinanza alle festività natalizie che hanno già prodotto uno svuotamento dei portafogli degli italiani. C’e’ poi un eccessivo livello dei prezzi specie nel settore dell’abbigliamento e delle calzature, che nonostante gli sconti presenterà listini troppo elevati. Da registrare poi il budget delle famiglie per i saldi sempre più ridotto da rincari, rate, mutui e bollette e un generale clima di sfiducia dovuto alla crisi economica. "Appena il 50% delle famiglie potrà avvalersi degli sconti di fine stagione, perchè l’altra metà non avrà budget da dedicare a nuovi acquisti – prosegue Carlo Rienzi – In discesa inoltre la spesa procapite durante i saldi, che si attesterà tra i 130 e i 150 euro a persona (considerati gli aumenti dei prezzi rispetto ai saldi 2010). In linea generale prevediamo un totale flop dei saldi invernali, con vendite in picchiata fino al 20%’.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox