29 Dicembre 2014

Saldi anticipati si teme il flop «Troppe spese»

Saldi anticipati si teme il flop «Troppe spese»

«L’ anticipazione dei saldi invernali al 3 gennaio e una misura inutile, che non influirà in alcun modo sugli acquisti dei siciliani per gli sconti di fine stagione». A bocciare il provvedimento di anticipo dei saldi in Sicilia, e quindi anche a Enna, e il presidente del Codacons Francesco Tanasi, che stima in 140 euro la spesa delle famiglie nel periodo di sconti: «Le famiglie arrivano all’ avvio degli sconti di fine stagione col portafogli già svuotato dalle spese per le feste natalizie e di fine anno. Anticipare di qualche giorno i saldi anche a Enna non influirà sulla capacità di spesa dei cittadini, il cui budget da dedicare agli sconti stagionali e sempre più risicato». Stando ai dati raccolti dal Codacons, l’ andamento dei prossimi saldi sarà ancora una volta negativo, con vendite che subiranno una riduzione media del – 12% rispetto al precedente anno. «Allo stato attuale – spiega l’ associazione – solo il 30% delle famiglie siciliane prevede di fare qualche acquisto durante i saldi, mentre numerosi sono i negozi che già in questi giorni hanno avviato saldi mascherati, attraverso l’ invio di messaggi e mail ai consumatori con promozioni personalizzate e sconti praticati direttamente alla clientela in fase di acquisto negli esercizi». Ma per chi comunque volesse approfittare dei saldi di fine stagione il Coda cons ripropone anche per gli ennesi il suo decalogo per gli acquisti sicuri. Il primo consiglio e’ quello di conservare sempre lo scontrino, i capi in svendita si possono cambiare. Il negoziante e obbligato a sostituire l’ articolo difettoso anche se dichiara che i capi in saldo non si possono cambiare. Verificare poi che le vendite siano realmente di fine stagione. Ancora, nei giorni precedenti i saldi andare nei negozi a cercare quello che interessa, segnandone il prezzo; si può così verificare l’ effettività dello sconto praticato ed andare a colpo sicuro, evitando inutili code. Non fermarsi mai al primo negozio che propone sconti ma confrontare i prezzi con quelli esposti in altri esercizi. Avere le idee chiare sulle spese da fare prima di entrare in negozio per evitare il rischio di tornare a casa con cose a buon prezzo, ma inutili. Il Codacons ricorda agli ennesi di servirsi preferibilmente nei negozi di fiducia o acquistare merce della quale si conosce già il prezzo o la qualita’ in modo da poter valutare liberamente e autonomamente la convenienza dell’ acquisto. T. T.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox