3 Gennaio 2015

Saldi al via i consumatori a caccia di veri affari

Saldi al via i consumatori a caccia di veri affari

Saldi al via. I commercianti alzano la saracinesca speranzosi di risollevare anche le sorti del settore, sempre più in crisi. Ma il timore è che non saranno in tanti i clienti che varcheranno l’ uscio dei negozi in preda alla febbre da shopping. Saranno, infatti, confermate con ogni probabilità le previsioni negative sull’ andamento delle vendite, anche alla luce del calo dei consumi registrato nel periodo natalizio. In città, peraltro, molti esercizi commerciali – ben l’ 85 per cento, secondo le verifiche a campione effettuate dal Codacons – hanno iniziato a praticare, più o meno sottobanco, gli sconti già prima del via ufficiale, sin da dicembre; perciò, chi voleva approfittare di qualche buon affare, in alcuni casi, è già riuscito ad acquistare con ribassi anche superiori al 30 per cento. Per quanti potranno concedersi qualche spesa e in questi giorni si avventureranno a caccia di offerte, ecco il decalogo aggiornato del Codacons con le regole d’ oro “anti -fregatura”: lo scontrino va sempre conservato. Non è vero che i capi in svendita non si possono cambiare. Il negoziante è obbligato a sostituire l’ articolo difettoso. Se il cambio non è possibile, si ha diritto alla restituzione dei soldi. Si hanno due mesi di tempo per denunciare il difetto. Le vendite devono essere realmente di fine stagione. E’ bene verificare l’ effettività dello sconto praticato. Mai fermarsi al primo negozio che propone sconti, meglio confrontare i prezzi con quelli esposti in altri esercizi. GERMANA NOEMI ALTESE.
 

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox