27 Giugno 2014

SALDI: 2 NEGOZI SU 3 GIA’ APPLICANO SCONTI ALLA CLIENTELA

    SALDI: 2 NEGOZI SU 3 GIA’ APPLICANO SCONTI ALLA CLIENTELA

    SALDI
    GIA’ INIZIATI IN TUTTE LE CITTA’ ITALIANE. PESA IL CROLLO DEGLI ACQUISTI
    NEL SETTORE DELL’ABBIGLIAMENTO, -15% NEL BIENNIO 2012-2013

    I saldi estivi 2014 sono, di fatto, già iniziati in tutte le città italiane. Nonostante l’avvio ufficiale degli sconti di fine stagione sia fissato nelle principali regioni per il 5 luglio, oggi nelle principali città 2 negozi su 3 già applicano i saldi sui prodotti in vendita – spiega il Codacons – I metodi per eludere le strette maglie che ingabbiano i saldi sono diversi: si va dalle scritte promozionali in vetrina ad e-mail e sms inviati ai clienti, passando per lettere e tessere fedeltà.
    Ma il modo più comune per applicare già oggi i saldi è scontare direttamente la merce in cassa, sotto richiesta del cliente o proponendo direttamente lo sconto ai potenziali acquirenti.
    Ciò avviene – prosegue l’associazione – perché il settore dell’abbigliamento e delle calzature è quello che ha subito la più forte flessione degli acquisti da parte dei cittadini. Nel biennio 2012-2013, infatti, a fronte di un calo complessivo dei consumi delle famiglie del -6,6%, il comparto abbigliamento e calzature ha segnato un tracollo del -15%, più del doppio rispetto alla riduzione dei consumi generali. Il settore è, quindi, allo stremo, e si tenta in tutti i modi di incentivare i consumatori all’acquisto, anticipando i saldi.
    “Più si va avanti, più appare lampante come limitare i saldi obbligando i commercianti a rispettare rigide date, sia anacronistico e dannoso per gli stessi esercenti – afferma il Presidente Carlo Rienzi – Al contrario, se si vuole salvare il commercio e migliaia di imprese in difficoltà, gli sconti vanno liberalizzati, ampliando le possibilità di vendita come avviene nel resto del mondo”.

    Previous Next
    Close
    Test Caption
    Test Description goes like this
    WordPress Lightbox