15 Maggio 2011

Salasso chiamato carburanti

PERUGIA – Salasso chiamato carburanti. Senza considerare gli ultimi aumenti, che hanno portato il prezzo della verde a quota 1,6 euro al litro, negli ultimi sette mesi il pieno di verde fai-da-te, considerando i prezzi medi di Perugia e Terni, è più caro di almeno dieci euro che, riportato alla spesa annua, si arriva ad una cifra che oscilla tra i 220 e ai 230 euro. Per il gasolio, invece, un pieno di 40 litri costa 15 euro in più e ipotizzando che i prezzi attuali restino stabili, a fine anno si saranno spesi tra i 250 e i 260 euro in più. Un bollettino di guerra per le tasche degli umbri che scontano subito il rincaro diretto alla pompa e poi, nei prossimi giorni, subiranno quello dei prodotti nei quali il costo del trasporto su gomma si dimostra rilevante. «A cominciare dall’ ortofrutta – spiega Carla Falcinelli, presidente del Codacons Umbria – per la quale temiamo impennate dei prezzi dei prodotti extra regione. Un motivo in più per scegliere frutta e verdura "a chilometro zero", visto che in Italia tutti i prodotti agroalimentari vengono spostati su gomma avendo sempre penalizzato o quanto meno non valorizzato il trasporto su ferro ad esempio». Secondo i conti delle associazioni dei consumatori, inoltre, il prezzo alla pompa della verde, ad esempio, dovrebbe costare almeno 8 cent in meno. Che in termini di spesa annua, porterebbe ad un risparmio di 130/140 euro.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox