23 Settembre 2001

Sabato senz?auto, tra le polemiche

GIORNATA EUROPEA: FESTE IN PIAZZA IN CENTO CITTÀ E ANCHE CIAMPI VA A PIEDI
Sabato senz?auto, tra le polemiche

ROMA Alcune strade vuote e molte proteste nei cento comuni che hanno aderito alla «Giornata europea senz?auto». Tra i 16 milioni d?italiani che secondo il ministro dell?Ambiente, Altero Matteoli, hanno potuto «apprezzare questo sabato da pedoni», molti lo hanno fatto controvoglia: non sapevano dell?iniziativa, poco pubblicizzata, e hanno dovuto rinunciare per forza al loro veicolo. Ma non tutti: a Napoli è stato lo stesso sindacato dei vigili urbani a sostenere l?inapplicabilità del blocco stradale di fronte a un mare di macchine che si è riversato per le strade, come se fosse un sabato qualunque. Il CODACONS, associazione per la difesa del consumatore, si è schierato a favore dei cittadini che vivono all?interno delle zone chiuse al traffico: parla di «residenti imprigionati» e «disparità di trattamento tra chi risiede fuori della fascia chiusa, e ha potuto liberamente spostarsi, e chi invece abita dentro la zona chiusa, e non poteva muoversi in auto». A Palermo via Libertà, una delle strade in pieno centro chiuse al traffico per il «Car free day», fin dalle prime ore del mattino è stata invasa da auto che sfrecciavano accanto ai ciclisti. Gli automobilisti più indisciplinati, approfittando dell?esigua presenza di vigili ai varchi di accesso, entravano in tutte le corsie aperte solo a bici e bus. «Purtroppo non possiamo fare miracoli», è stata la risposta del comandante dei vigili urbani. A Catania i commercianti del centro non hanno gradito la chiusura: per il segretario provinciale della Confesercenti la giornata «si è rivelata un vero e proprio fallimento per i mercati cittadini». Il sabato ufficialmente senz?auto è trascorso al Sud sotto un caldo sole che ha favorito pedalate in bici, passeggiate e spettacoli in piazza con musica e marionette; al Nord, invece, la pioggia ha in gran parte guastato la festa. Ogni città ha puntato su qualcosa di diverso. Roma ha bandito motorini e auto da un?area di novecento ettari: piazza del Popolo, via dei Fori Imperiali, il parco dell?Appia Antica sono stati teatri di feste per piccoli e adulti. Il cuore della manifestazione era piazza del Popolo con giochi per bambini, stand informativi delle associazioni ambientaliste, il concerto della banda e del coro comunale di bambini. Anche Ciampi ha rispettato l?ordinanza: accompagnato dal suo staff ha raggiunto piazza Venezia a piedi dal Quirinale, per poi salire la scalinata che lo ha portato alla terrazza del Vittoriano dove l?attendevano mille studenti per l?inaugurazione dell?anno scolastico. Momenti di allegria ma anche di disagio: i taxi sono stati difficilmente reperibili per tutto la giornata, con attese di oltre mezz?ora. A Torino tram e bus gratuiti. Poche auto ma anche poche biciclette a Milano, dove la pioggia ha invogliato molti a rimanere a casa. A Bologna le passeggiate in bici hanno riempito la giornata, in una città che già per tradizione privilegia gli spostamenti su due ruote a pedali. A Firenze via libera al servizio «BiciTrenoBici»: i viaggiatori che arrivano in stazione possono ottenere gratis una bici per visitare la città. Auto elettriche e gruppi folcloristici protagonisti a Bari, i concerti in piazza a Catanzaro e in altre città calabresi.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
WordPress Lightbox